giovedì 1 gennaio 2009

Ultimissime: ecco il Ben Shahn di Snoopy!!!

Roby

...il problema è che non si sa bene quale dei tre qui raffigurati fosse il quadro appeso nel salotto del famoso bracchetto, accanto alla scala di cui Charlie Brown gli parlava ed in perfetto accordo cromatico con le piastrelle di ceramica...

Ben Shahn, Portrait of myself as a young boy, 1943


Ben Shahn, Self portrait among churchgoers, 1939


Manifesto per la campagna elettorale di Eugene McCarthy, 1968

Io, di questi tempi, a questi chiari di luna solcati da razzi di Hamas e da F16 israeliani... opterei senz'altro per l'ultimo!!!!

AUGURI !!!!!

4 commenti:

giulia ha detto...

Faccio la stessa scelta... Buon inizio, Giulia

Solimano ha detto...

Me lo ricordo, Eugene McCarthy (da non confondere con l'altro McCharty, che era un tipaccio).
Eugene, era bello, simpatico, colto, gentile, intelligente e naturalmente alle elezioni ha perso. Normalmente negli Stati Uniti succede così, salvo qualche eccezione, di tanto in tanto. Ma Clinton e Obama non sono eccezioni, hanno una grande grinta (proprio quella che mancava a Stevenson, Carter e Al Gore).
Gli americani, come presidente, vogliono uno che sappia mordere, tale quale come succedeva con gli sceriffi al tempo della conquista del West.

saludos
Solimano

Arfasatto ha detto...

Arrivo con grande ritardo nel commentare: ma non era un van Gogh quello che aveva Snoopy nella sua casetta? Mah, forse la memoria ormai falla.
Comunque sì, avrei scelto anche io lo stesso.

Giuliano ha detto...

Elena, fai scorrere il rullo fino al 30 dicembre: abbiamo messo tutta la storia di Snoopy, che è serissima e documentatissima.