martedì 10 novembre 2009

W il risottino di Zena

Barbara



Dopo mesi di clausura dovuti a svariati motivi, finalmente domenica scorsa abbiamo invitato alcuni amici a cena da noi.
La mia felicità è stata somma. Mentre i ragazzi parlottavano di roba da maschietti (hardware e software, bassisti degli anni ottanta, crisi economica...ron fi, ron fiiiiii!) noi femminucce ci siamo scatenate nei discorsi di cui sentivo tanto la mancanza (vestiti, ikea, accessori, colla a caldo e Londra).
Ero preoccupata per un paio di ragazzi vegetariani, visto che io so cucinare solo il pesce.
Ma è giunta Zena in mio soccorso, e mi ha postato la ricetta di un risottino ai funghi che è stata un successone! Me la sono studiata per giorni, come non facevo dai tempi dell'esame di Storia della Filosofia Medievale. La trovate nel post sui pannelli solari (=il riso come nostra personale risposta alla crisi energetica? Leggete e lo scoprirete).
Grazie al risottino e ad un vino novello più che onesto la serata si è rivelata piacevole e divertente e al culmine del momento etilico io e le ragazze ci siamo abbandonate a due confessioni inconfessabili.
Ebbene sì, tutte quante abbiamo sempre desiderato un paio di ali fatte col tulle (io blu, le altre rosa e verde) ma soprattutto la cosa più torbida e inconfessabile che ci potesse essere... tutte e tre siamo da sempre fan scatenate di Sarah Kay!
Però adesso che siamo qui tra noi io devo ammettere che tutto sommato non mi dispiace neanche Holly Hobbie, però l'altra sera non ho trovato il coraggio di arrivare a tanto. Forse la prossima volta.

Sarah Kay


Holly Hobbie

6 commenti:

zena ha detto...

:))))))))))))

Barbara, secondo me con la tua simpatia renderesti buona anche una foglia di insalata coi bacherozzi.

Un saluto che ancora fa rima con sternuto.

Silvia ha detto...

Concordo con zena. Leggo i post di Barbara sempre col sorriso sulle labbra. Una grande dote:)
E poi accidenti mi è venuta fame!

Solimano ha detto...

"La vera risposta alla crisi energetica: i risottini" è un tema su cui sto meditando. Prevedo sviluppi, ma non immediati. Ogni cosa a suo tempo, e occorrerà un si stampi pronunziato dal professor Màz, attualmente impegnato negli esami di Analisi Matematica (poveri studentelli, una prece).
Siccome sono rognosetto, dico che l'indubbio successo dell'evento risottesco civitanovese è dovuto anche al non aver coinvolto i due mezzi parenti pvt e OT nella quistione, così Zena ha potuto iscrivere (o inscrivere? serve l'editing...) le alate parole della ricetta qui nel blog, in caratteri quasi bodoniani.

Fra le immagini delle due fanciullette, scelgo l'immagine che sta sopra, ma anche quella sottostante non è male, sibbene a me quel personaggio fosse del tutto sconosciuto.

grazie Barbara e saluti
Solimano

Silvia ha detto...

Ora che hai svelato l'arcano Barbara, te ne sono grata.
Io ho sempre creduto che Holly Hobbie fosse Sarh Kay che preferisco di gran lunga. E quando le mie amiche, inorridite, mi dicevano che "quei lavori lì" non si devono nemmeno nominare, come Liala per intenderci, dentro di me pensavo che i disegni di Holly Hobbie, ceh poi è Sarah Kay, in realtà fossero di squisita composizione e per nulla sciocchi.
Grazie:)

Giulia ha detto...

Quel risottino devo ripescarlo anche io... Grazie Barbara per avermelo ricordato.
Per quanto riguarda il resto, sappi che anche io nascondo un'anima "infantile" (si può dire così?) e sono legata a tanti piccoli e grandi personaggi della mia ed altrui infanzia. Sì, perchè non mi basta la mia, ho sempre attinto da quella dei miei nipoti e prnipoti.
Sei simpaticissima.
Baci

Barbara ha detto...

Zena: eh no! Prenditi i tuoi meriti, cara Zena, perchè non so da te, ma qua da noi al momento de magnà non c'è simpatia che tenga! Se così fosse negli anni mi sarei risparmiata un sacco di fatica... ;-)

Silvia: Hobbie Hollie è una specie di cuginastra minore di Sara Kay. Onestamente non so chi delle due sia arrivata prima, ma non c'è dubbio che Sara Kay è la più famosa e (secondo me) la migliore. Un bacione a te (e una linguaccia alle tue amiche) :-D

Solimano: merito a te, per non aver coinvolto questi due buzzurrotti dei pvt e ot! Se tu avessi conosciuto Sara Kay mi sarei preoccupata seriamente, e avrei preteso di conoscere la storia che c'era dietro.

Giulia: ma lo sai che anche per me è la stessa cosa? Grazie ai miei bambini ho scoperto delle cose fantastiche, che altrimenti me le sarei sognate. Guai a dimenticarsi quell'emozione, quella gioia frizzantina, di una bambina a cui comprano il quaderno di Sara Kay :-)