giovedì 26 marzo 2009

Solimano beato tra le donne

Habanera


Mancano Zena ed Elena ma credo di aver capito che non riusciremo a convincerle a mostrarsi.
La foto di Giulia l'ho carpita dal suo blog e quella della bionda Silvia dal suo profilo su Facebook.
Spero che non me ne vogliano, ci tenevo troppo che ci fossero anche loro in questa foto di gruppo che potremmo intitolare: (Quasi) tutte le donne del Sultano.

13 commenti:

Silvia ha detto...

Sai che è molto bella l'idea? Briccone di un Solimano!:))

zena ha detto...

piace fare la primula rossa :))))))

Solimano ha detto...

Spero proprio che Amfortas la smetta di girare fra teatri ed ospedali (auguri!), che Dario si senta un po' meno precario, che Giuliano rinsavisca (prima di tutto per sé e poi per noi), che Màz scenda dai Pirenei (dove l'ho intravisto quelche giorno fa...), che Ottavio la smetta col senso di responsabilità verso il nipotino e verso il PD monzese (soprattutto!) e che alcuni contatti vadano a buon fine.
Però la situazione è questa (per fare un esempio): sabato sera sarò in pizzeria con Ottavio e Claudio (che è una specie di deus ex machina), se gliene parlo a tavola, sono convinto che loro forse non li convinco, ma le mogli sì. Altro che secondo sesso!
Dico quattro cose di cui sono convinto:
1. Le donne che ci sono qui sono molto diverse l'una dall'altra.
2. Hanno meno inibizioni perché hanno dalla loro la concretezza, però non piccina. E hanno meno coda di paglia.
3. Personalmente non credo di avere complessi né di inferiorità né di superiorità. Con le donne ci sto bene, generalmente, mi piace starci (questo penso si sia capito).
4. Questo lo dico a bassa voce, tenimocelo fra di noi. E se fosse che le donne (queste donne) abbiano capito prima e meglio alcune novità che ci sono in questa modalità di uso della rete?
Non è un mio gné-gné, la capacità conversativa empatico-dialettica non si compra al mercato, è un talento personale. Per intanto, io imparo (come dice Amfortas), al Diario di Stanze all'aria ci ho pensato per mesi, ma certe cose mi hanno assolutamente spiazzato in senso positivo.
Habanera, la tua fotografia la conoscevo già, ma dall'espressione che hai sembra che tu l'abbia fatta apposta per questa felicissima presa di fondelli.

saludos y besos
Solimano

Silvia ha detto...

@Zena dal cuore speciale.
Ciao amica mia:)Spero a presto.

Io credo Solimano, che le signore che si sono trovate così bene qui, si sarebbero trovate altrettanto bene fuori da questo luogo. Chi più chi meno, con più o meno empatia ma sono convinta che sarebbero state in grado di "relazionare" come solo le donne sanno fare tra loro, altrimenti qui non ci sarebbero. E quando lo fanno sono una potenza.
La cosa straordinaria che è avvenuta qui è che tutte, secondo me, abbiamo percepito la forza di questo luogo. Abitiamo distanti, con vite ed impegni molto diversi, non sarebbe stato possibile avvicinarci così nella vita reale.
Ecco, se pensi che le donne siano più rapide a captare le possibilità di stare insieme e condividere, sì sono d'accordo con te, perchè alle donne, spesso questo piace molto, si riconoscono, si annusano e si sentono. Le donne si raccontano con una facilità e senza pudori a volte straordianria. Qui poi è avvenuto in modo molto graduale e intimo, quasi sottovoce ma senza timori.
Non grido al miracolo perchè le donne sanno fare anche così, ma di certo Stanze all'aria rappresenta bene un luogo in cui è piacevole vivere.

Stefania ha detto...

Gentili Signore di Stanze all'aria,
vi invito a soffermarvi sul commento lasciato dal beato nostro signore degli anemoni: ha elegantemente eseguito un impeccabile slalom tra le emozioni, facendo dapprima l'appello degli assenti e quindi badando bene a non far cadere i paletti, anzi piantandone ben quattro. :)
Di cui l'ultimo, quello sottovoce, lo ha tenuto in equilibrio per miracolo (ha chiamato questo capolavoro felicissima presa di fondelli).
Lunga vita al nostro sultano. :D

p.s. Habanera straordinaria!

Solimano ha detto...

Stefania, per me il termine presa per i fondelli è laudatorio, è il sinonimo ruspante di scherzo, parola purtroppo oggi in disuso o usata in modo fuovianta dalla solita TV. Ho scrittò a suo tempo una breve serie di post titolati: "Civiltà degli scherzi", da cui ne ho tratti cinque che ho messo qui, proprio sul Nonblog di Habanera. Lo scherzo è ben riuscito: guarda bene la composizione quasi floreale (ne trarrò un pastello...). Non vedi com'è arrossito, quel timidone del Soldano di Nicea?

saludos
Solimano

Giulia ha detto...

Io non so come sia nata questa empatia. Tra donne è vero può essere più facile, ma è anche vero che ho visto posti in cui i litigi tra "prime donne" erano davvero qualcosa di cui è giusto anche parlare. Qui evidentemente chi ci ha messo insieme ha capito che cc'era qualcosa che ci accomunava nella nostra assoluta diversità (onore al sultano in questo.
Concordo assolutamente con quello che dice Silvia "abitiamo distanti, con vite ed impegni molto diversi, non sarebbe stato possibile avvicinarci così nella vita reale". Credo che sarebbe proprio così, questo è davvero il bello della rete.

Ma faccio anch'io un appello ai maschi, a Giuliano, a Dario, a Maz e Ottavio e a tutti quelli che vorranno: vi aspettiamo perchè sentimao molto la vostra mancanza.
E faccio gli auguri a Amfortas anch'io...

annarita ha detto...

Mi piace l'idea di felicissima presa per i fondelli finalmente con una connotazione di sanguigna positività. Evviva! Lunga vita a Stanze all'aria. Salutissimi, Annarita.

sabrinamanca ha detto...

che carino questo collage ma ora ho uno scrupolo: non vorrei che chi non si è mostrato si fosse sentito forzato a farlo. Se cosi' è avvenuto me ne dispiaccio davvero!

Habanera ha detto...

So con certezza che il Sultano, pur essendo tale di natura, amerebbe non essere il solo maschietto tra tutte queste donne.
Ben vengano quindi gli appelli a Paolo, Nicola, Dario, Giuliano, Ottavio perchè anche loro facciano outing, ma non credo che lo faranno.
Non è che Solimano sia un briccone, è che gli altri gli lasciano campo libero e lui naturalmente ne approfitta.
Del resto con le donne ci sta bene (è lui stesso a dirlo) da quando ha smesso di averne un po' paura. E noi stiamo bene con lui.
Lunga vita al nostro Sultano!
H.

Habanera ha detto...

Forzato? E da chi, Sabrina?
Tu sei stata la prima a fare outing, pubblicando anche la tua foto, ma non per questo io mi sono sentita obbligata a fare altrettanto; anche perchè la mia foto è sempre stata online e di me sapevate tutto, o quasi.
Annarita, Barbara, Stefania, Roby, Giulia, Silvia, Solimano hanno deciso di farlo spontaneamente e tutto sono sembrati fuorchè dei poveri forzati.
Zena ha preferito invece prenderla alla larga, svelarsi solo un pezzettino per volta. Non perchè si dia delle arie, non perchè abbia qualcosa da nascondere, ma perchè lei è nostra signora delle nebbie e la nebbia svela e si svela solo a tratti, solo a chi la ama.
L'unica è Elena che dice di essersi sentita un po' costretta. Se è così mi dispiace, ma non più di tanto. Credo, e mi auguro, che sia lei la prima ad essere contenta di averlo fatto.
H.

Roby ha detto...

Meno male che -molto avvedutamente- ho scelto una foto in cui mi si vede solo di 3 quarti (anzi, di 2 e mezzo). Altrimenti avrei rovinato irrimediabilmente la bella cornice di immagini femminili intorno al SULTANO...

[;-P]

Roby

sabrinamanca ha detto...

Intendevo a parte me che ho la faccia nel posto sbagliato!!!