martedì 17 marzo 2009

L'immaginazione al potere

Annarita

Un commento di Giuliano nel mio blog e il post sui nickname di Barbara mi hanno fatto venire un dubbio.
Sono la sola a chiedermi quale sia il nostro aspetto o pure voi qualche volta siete stuzzicati dalla curiosità?
Io sono avvantaggiata dall'uso di Facebook e così ho visto la biondissima Silvia, la bruna Giuliaemilia e la rossotizano Barbara (sempre che non sia un gioco di luce nella foto).
Di Habanera si intuisce abbastanza nel pur piccolo avatar e mi ricorda una simpatica conoscente che non vedo da un pezzo.
Arfasatto si cela dietro un avatar maschile e mi confonde le idee, però la penso con gli occhiali.
Sabrina la vedo come Audrey Hepburn e non chiedetemi perché.
Roby oramai è Florentina Jones e dunque la immagino in sahariana e con il capello debitamente scomposto.
Stefania proprio mi sfugge, mentre Zena me la immagino in bicicletta, con le gonne svolazzanti e la sciarpa, rossa come le guance esposte al vento.
Solimano lo penso grande e grosso, dall'aspetto in apparenza burbero che si stempera in un gran sorriso.
Amfortas lo vedo somigliante a Wagner, ma il mio è un giudizio inficiato dalla frequentazione del suo blog.
Giuliano ha lasciato un indizio e adesso me lo rappresento come Guy Williams.
Mazapegul è scattante e minuto come un folletto, che altro?
Massimo ha qualcosa di Claudio Baglioni, forse per via della capigliatura.
Di Dario, Ottavio, Mauro e Pasquale non mi sono ancora fatta un'idea.
Che dite, se potessimo incontrarci ognuno di noi dovrebbe avere un segno di riconoscimento: quale potrebbe essere?
Io senza dubbio metterei al collo il medaglione con la Proserpina di Rossetti :-)


14 commenti:

Dario D'Angelo ha detto...

La mia vecchia maglietta con una citazione - perdibile - del grandissimo Singer (estate), una coppola (inverno)

Arfasatto ha detto...

Niente di mascolino in me, a parte il nick. E, soprattutto, niente occhiali!!
Sui nostri compagni di stanze la mia immaginazione mi dà suggerimenti del tutto diversi; poi magari avrò delle sorprese, quando e se ci incontreremo.

Habanera ha detto...

Vediamo: ho visto le foto di Annarita e (se non ho preso un abbaglio) anche di Barbara sui loro blog.
Quella di Roby sul sito (ormai scomparso) degli ulivisti selvatici.
Per un nano secondo ho intravisto anche quella di Silvia, prima che sostituisse l'avatar con un fiorellino.
Di Giulia ho visto la foto che ha nel suo profilo ed anche un'altra che aveva messo in precedenza.
Anche Sabrina ha la sua foto nel profilo, molto bella ma per nulla somigliante ad Audrey Hepburn.
Di Zena, detto da un 'amica sul suo blog, so che è una bella e dolce signora bionda.
Arfasatto la immagino snella, bruna, con i capelli corti e gli occhialoni da motociclista.
E Stefania? Non so, resta un mistero per tutti.
Dei maschietti ho visto una foto di Amfortas sul suo blog ed ho conosciuto di persona Solimano.
Di tutti gli altri naturalmente mi sono fatta una mia idea ma sarà sicuramente sbagliata; non ne azzecco mai una.
H.

Giulia ha detto...

Io non ci provo, perchè non ne ho mai azzeccata una... E forse non ci provo neanche: mi piace la sorpresa!
Anche poi quando c'è la foto a volte non dice poi com'è la persona vera. Le foto riescono a volte troppo bene, a volte troppo male e non dicono nulla dello sguardo, del sorriso, quello che si fa quando si è in relazioni, di quell'espressione che può cambiare una persona brutta in una bella e una bella in una brutta...
Spero u giorno davvero d'incontrarvi.
Giulia

Solimano ha detto...

Annarita, basta là col burbero! Sono di carattere umorale ed entusiasta, quindi con componenti di ingenuità. Ad essere entusiasti si vive bene, solo che bisogna imparare un'arte non facile: la gestione della delusione, che è inevitabile incontrare, se si è entusiasti.
E allora divento non burbero ma forse troppo deciso. Sempre meglio che scodinzolare con chi ti ha deluso... che fai, gli dai pure il premio?
Poi c'è un altro fatto: non bisogna essere accomodanti. Perché, in rete e nella vita, gli accomodanti sono generatori di circoli viziosi, che fanno tendere al peggioramento.
Scrivo un post per compiacere... commento per compiacere... e finiamo tutti per sbadigliare con un retrogusto amarognolo. Il che non vuol dire che gli zuffaioli abbiano ragione, perché è vera la legge del marketing per cui un complimento non cade mai per terra, però fra l'offesa è il dissenso la c'è la differenza: la dialettica è generatrice di valore aggiunto, la compiacenza no. Quindi, burbero. Punto. Non burbero ma buono...

grazie e saludos
Solimano

Giuliano ha detto...

Chiamato in causa da Annarita, spiego un paio di cose: i baffi li ho portati per tanto tempo, un'enormità. A vent'anni avevo la barba, che ho tagliato tenendomi i baffi: che erano belli e folti, ma non sono mai stati baffoni, purtroppo. Del genere, appunto, di Guy Williams - Diego de la Vega: ma la somiglianza finiva lì.
Ma nel 2001-2002 diventavano brizzolati, e malissimo: a chiazze, bruttine da vedere. Per questo li ho tagliati.

Per la precisione, quando scrivevo sotto limericks sotto il nome "Emilio Gauna" i baffi c'erano ancora.

Roby ha detto...

Annarita, una specie di sahariana la portavo davvero, nella mia gioventù tra le sabbie egizie... il capello, in effetti, è scomposto, pur essendo corto... posso solo aggiungere che io e Ava Gardner siamo due gocce d'acqua, come ebbe a dire anni fa un mio ammiratore (sosia sputato di Douglas Fairbanks jr.)... ????!!!!!!!

Per il resto:
SILVIA: me la figuro come le due altre Silvie che conosco, che guarda caso si somigliano fra loro (bionde, carine, simpatiche, dinamiche)

ARFASATTO: sapendo che gira in moto per la mia stessa città, immagino solo il suo casco (rosso, per caso?)

SABRINA: la nostra italo-sarda-anglo-francese assomiglia forse a Sophie Marceau?

STEFANIA: donna misteriosa, che nasconde dietro un ventaglio di pizzo i profondi occhi (scuri?)

ZENA: io pure me la vedo in bici, gonna e guance colorite

BARBARA: la versione "bella" dell'irresistibile Luciana Littizetto (?)

HABANERA: a parte la microfoto dell'avatar, la immagino come un'Anna Proclemer giovane

Di AMFORTAS ho visto la foto (sul suo sito: sapeste che fusto!!!!!!)
e così pure di GIULIEMILIA (deliziosa signora!!!)

GIULIANO, mio quasi coetaneo, secondo me assomiglia tutto al raffinato Philippe Noiret (?!)

SOLIMANO, MAZAPEGUL e MASSIMO li ho incontrati di persona (donna fortunata, circondata di simili esemplari maschili!!!)

DARIO e OTTAVIO -lo confesso- mi mettono un tantino in soggezione: non so figurarmeli!

Ed infine tu, ANNARITA: sportiva ma elegante, solare ed in gran forma ( ma non vale, perchè anche di te ho visto una foto!)

...ODDIOMIO, chissà cosa penserete ora di ME e della mia IMMAGINAZIONE !!!!!!

Salut à tout le monde!

Roby

Arfasatto ha detto...

Mi piace questa conversazione. Casco argento, non rosso, di rosso ho il cuore e l'anima. Capelli biondi e non corti (su questo concordo con Solimano, niente capelli corti per le donne). Magra.
Io le donne e gli uomini di Stanze all'aria li immagino tutti belli, gentili, intelligenti e colti. E certo così siete tutti. Baffi o non baffi, capelli o non capelli, anni o non anni sul groppone.

Silvia ha detto...

Io in realtà vi ho già "visto tutti". Siete tutti ben presenti nella mia mente e definiti. Annina noi ci conosciamo:)e per me sei rosa antico, Haba è così carina nella foto dell'avatar ma in realtà nemmeno la guardo più di tanto.

Preferisco associarvi un colore:

Dario è brizzolato e dinoccolato verde oliva, Arfasatto è bionda e sportiva grigio perla, Haba elegante e morbida bordeaux, Barbara simpatica e ricciolina arancione, Roby mora e sinuosa verde muschio, Giuliaemilia delicata e castana lilla, Solimano grosso/alto e brizzolato bronzo, Giuliano alto sempre e pelato terra di siena, Sabrina riflessiva e castana turchese, Zena lo so è una bella signora rosa pastello, Amfortas atletico e bruno verde smeraldo, Maza anche lui brizzolato e alto un bel color senape.
Ovviamente non sono andata in ordine alfabetico per cui portate pazienza.
Stefania, Massimo e Mauro mi devono scusare ma li conosco poco.

Il rosso l'avete nel cuore tutti, i gialli, vi auguro, spesso nella vostra vita.

Con un sorriso...

sabrinamanca ha detto...

Mi son divertita da morire a leggere questo post e i suoi commenti.
Di Antonella, Primo, Giulia, ho una foto sul nick e me li immagino cosi'. Prego coloro che sono su facebook di appalesarsi, cercatemi con il mio nome e cognome e da un lato vedrete qualche mia foto di vi accorgerete solo allora della furia e lo sdegno con i quali la Hepburn si rivolta nella tomba e dei violenti vomiti e del mal di pancia che ha colto la Marceau alla notizia ( se qualcosa di negativo voglio proprio trovare su di lei, ma si doveva mettere con quell'idiota di Christopher Lambert, dico io!), vi prometto che non viassillero' con richieste di baci abbracci, iscrizioni ai gruppi piu' disparati. Saro' una vicina discreta, insomma.
Poi ripensero' a voi tentando di visualizzarvi, sono una frana in questo, vi avviso!

Silvia: che belli i miei colori, ho letto il tuo blog per la prima volta quando era nero e scrivevi delle cose buffissime come un post sui bagni dei luoghi pubblici e quando ti ho ritrovata qui e sono andata a rileggerti mi sono spesso chiesta se eri la stessa persona.

Barbara ha detto...

Io ammetto che in questo genere di giochi di solito sono una frana.
Non ho molta fantasia per l'aspetto fisico della gente, e devo ammettere neanche troppa curiosità perchè non sono fisionomista e anche se una persona la vedo una volta in foto (o di persona), c'è il rischio che quando la rincontro non la riconosco.
Non vi dico che figuracce in negozio, dove molto spesso mi trovo a chiacchierare col sorriso stampato in faccia con gente che mi chiama disinvoltamente per nome mentre io non solo non mi ricordo il loro, ma non mi ricordo proprio DI loro.
Per questo mi piace questa comitiva: devo ricordarmi delle conversazioni e delle idee degli altri, non delle loro facce, e la cosa è immensamente più facile per me.

p.s. Riguardo ai miei capelli: anche io lunghi ma il colore lo cambio a seconda dell'umore, un po' come Tonks di harry Potter...

Silvia ha detto...

Sabrina, non ho mai avuto un blog nero, ma blu carta da zucchero:)di cui ho nostalgia perchè i post risaltavano bene anche se bisogna cambiare a volte. Il post presumo sia Il cesso delle donne, che me lo ha ricordato Roby poco tempo fa con un suo post che trattava argomento simile...
Mi pongo in modo così diverso rispetto ad allora? E' molto interessante vedere come ci assimilano gli altri. Per quanto mi riguarda sono sempre la stessa, con un paio di anni in più e qualche spiacevole esperienza in più, ma con la stessa voglia di vivere e magari la stessa allegria.
Questa mattina ho fatto ginnastica con gli ABBA, i Manhattan transfer e Billy Joel:)Adesso sono inviperita, ma non è colpa mia, giuro.

Buona giornata a tutti

Stefania ha detto...

Mondié! [Sigh!]
E pensare che non mi sono mai nascosta... :)
L'avatar di Splinder ha avuto la mia faccia per tre anni, poi le ho preferito la Matilda di Roald Dahl, è vero, per via dei capelli lunghi e dell'aria svagata e appollaiata sui libri. Però la mia faccia sul blog ce l'ho lasciata, e... le assomiglio (qualunque impressione vi faccia).
Risposta esatta a chi mi ha attribuito gli occhi scuri (il sangue mediterraneo prevale su tutti gli altri). :)

A quando un caffè collettivo? :D

Anonimo ha detto...

Sono castana di pelle chiara e guance rosse: arrossisco con facilità e amo le sciarpe.

Primo contributo all'esternazione :))
zena