mercoledì 18 marzo 2009

Identikit del forumista

Solimano

Non credo al caso, ma questo è un bel caso. Abbiamo parlato del mitico forum dell'Unità, e mi sono messo alla ricerca di qualche commento che avevo salvato (solo su carta, ahimè). Mentre cercavo, qui si è cominciato a parlare dei nickname e poi del potere dell'immaginazione. Ecco cosa ho trovato, con data 18 settembre 2001. Allora non c'erano i blog ma i forum (da cui la parola forumista).

Tutti i forumisti, veri o farlocchi, hanno una caratteristica comune: il narcisismo. E' una virtù viziosa, che può degenerare in vizio solitario. Ma senza narcisismo saremmo ancora nelle spelonche a discutere con l'Ursus Speleus, mentre oggi siamo qui, a dialogare con Evasion00.
Ma chi si cela dietro i nickname?

Frana, il preside legge ed ordine, terrore de' precari
Nobertino, il suo strisciante bidello
Grammaticaitaliana, la biblioteca di classe
Gabryroma, la signora-bene della Roma-male
Boni, il motociclista incazzoso
Kevinkeegan, il fratello colto di Massimo Ciavarro
Linarena, la segretaria frustrata di Violante
Mlast4, il capalbiese snobbissimo
Amegigli, il Vissani delle Feste dell'Unità
Dimitri, inutilmente russo
Marid, il dottor Jekyll di D'Alema-Hyde
Linus van pelt, Lucy
Giotto, il perfezionista del Mugello
Lulla, l'autostoppista speranzosa
Entropy, l'agit-prop globalizzato
Durabo, il falegname che balla il liscio il sabato sera
Paperino, Don Aldo, in clergyman, preda ambita di piacenti devote
Rifkin, il virus del morbillo
Cdva, il nipote antagonista di Furio Colombo
Valenkaja, la casalinga della Voghera alternativa
First, il mulino del Po
Nicola 63, il raccoglitore di olive
Louifla, l'adolescente coltissimo e foruncoloso
Mr.Jones, l'industrialotto che gioca a boccette con Bertinotti
Rifondazione, rifondazione, rifondazione, rifondazione...
2stormo, quello che fa sempre i record a flipper
Evasion00, l'Ursus Speleus

Quindi, fra grammatiche creative, incazzature da cinque minuti, nickname inconsciamente più veri che falsi continuiamo a portare il gradevole pondo del nostro narcisismo, bandiera seminuova, offerta-bidone di un autunno che potrebbe essere gradevole.
(18 settembre 2001)

P.S. Tre delle persone elencate sono in Stanze all'aria. E' facile individuarne due, l'altra un po' meno. Per facilitarne la ricerca, inserisco tre immagini dell'Orto Botanico di Bologna. A quest'ora, può darsi che la terza persona la troviate mentre si mangia un panino, meglio due. In alto l'ingresso, a fianco lo stagno, in fondo la serra delle succulente.


10 commenti:

Habanera ha detto...

Quanti ricordi, First.

Frana: già sapevi, quando hai scritto quel simpatico commento, che fosse una donna e che fosse sempre lei Grammatica italiana e Nobertino? Scoprirlo è stato un vero shock per noi.
Mi ricordo anche di Gabryroma: quante litigate ho fatto con lei per il suo cieco ed ottuso asservimento agli ordini di partito.
E naturalmente mi ricordo di Marid che è stato il mio primo amico in rete; sempre gentile, sempre saggio ed ironicamente distaccato sebbene avesse poco più di vent'anni.
Boni, pur essendo di destra, stava benissimo con noi ed era molto simpatico e obiettivo. Quante volte gli abbiamo chiesto di fare il "salto della quaglia" e di passare dalla nostra parte. Non lo ha mai fatto, almeno ufficialmente, ma ancora adesso sono convinta che si trovasse molto meglio con noi che con loro.
Linarena, la berlusconiana doc, ha continuato ad imperversare anche sul blog di Sabelli Fioretti che da tempo non seguo più. Chissà che fine hanno fatto tutti.
Mlast4, Lulla, Paperino, Louifla, Mr.Jones, Kevinkeegan, Durabo, tutti ritrovati sul "Mo'Basta!" e poi persi di vista per sempre.
Altri tempi, altri momenti della nostra vita internettiana che non rimpiango ma che ricordo sempre con affetto.
Il misterioso consumatore di panini all'Orto Botanico di Bologna è sempre stato evanescente e non lo avrei mai collegato a quel periodo se non mi ci avessi fatto pensare tu.

Ciao X. E' bello averti ritrovato qui, su Abbracci e pop corn e sul Nonblog.
H.

Giulia ha detto...

In internet, anche se nato da poco, si raccontano già storie, ci sono già ricordi. Tutto questo lo rende un luogo più umano di quello che possa sembrare. Credo che questa umanità voi l'abbiata portata qui nei blog che avete fatto nascere. Grazie per avermi reso partecipi.
Anche io adesso sto entrando nella "storia"...
Giulia

Silvia ha detto...

Il forumista:) Dai gruppi di discussione. Nascevano liti che levati! Ero iscritta a una decina di gruppi, anche a quello delle piante grasse e dei condomini. Grande momento di condivisione e di socializzazione. Preferisco il blog però. Il gruppo era come andare al bar, il blog è la propria casa, sempre aperta.

Solimano ha detto...

Habanera, sapevo di Frana, che è una scrittrice che ha pubblicato diversi libri, spesso incentrati sui rapporti con le due figlie. Spritosa, umorale, vivacissima. Mezza triestina, mezza furlana, se fosse qui e vedesse Amfortas le verrebbero gli occhi iniettati di sangue, so come le triestine si comportano con i maschietti loro: femmine dominanti, vogliono essere, e in genere lo ottengono. I brani scritti come Grammatica italiana, sono molto acuti e per niente pedanti. Frana scrive in un modo che fa impallidire tante gloriuzze blogghiere. Forse potrebbe gestirsi meglio, ma il carattere dell'uomo è il suo destino (vale anche per certe donne, come Frana).
Qualcuno se la prese, per l'attribuzione del nickname, specie Durabo che era un rispettabilissimo docente in botanica, e non ci stava ad essere il falegname che balla il liscio il sabato sera.
Non me lo disse, ma anche Lulla sicuramente non gradì, perché si sentiva romanamente la mejo e non l'autostoppista speranzosa.
Yakomòs invece se la prese perché me l'ero scordato...
Un gran bel giro senza sapere di esserlo, scrivevamo alla come viene viene polemizzando e prendendoci in giro ferocemente e amorosamente. Non poteva durare e alla fine non durò, ma quanto abbiamo imparato senza sapere che stavamo imparando e quanto ci siamo divertiti! Se ritrovassi Cdva, Kevinkeegan e Paperino, gli stenderei il tappeto rosso perché venissero qui.
Giulia, trovo bello che le cose cambino e che questi cambiamenti ci modifichino.
In apparenza sono cambiamenti tecnologici, ma fondamentalmente è la scoperta che facciamo di certe nostre facoltà latenti che si possono finalmente manifestare. Un gioco che va giocato con leggerezza e con lucidità.
Non nostalgia, ma neppure rimozione.
Silvia, i forum erano destinati a finire, perché le regole erano tali che la moneta cattiva scacciava quella buona, ma anche il blog solipsistico ha dei problemi (a meno che non sia a progetto). Personalmente non sono interessato a Facebook (però non lo disprezzo), non avrei tempo perché ho altre priorità.
Credo invece a modalità tipo Stanze all'aria, non per fideismo, ma per quello che siamo stati capaci spesso di fare: è diretto, non è un posto di bella scrittura, anche se spesso si scrive bene. E' un posto di schietta esperienza personale, culturale ed umana, in cui non c'è commentaggine ma conversazione a volte dialettica. Certe volte sono meglio addirittura i commenti (scritti lì per lì) che i post preparati e meditati. Un bel segno. Vedremo, ma fai un po' il conto di quanto di buono in pochi mesi abbiamo messo qui, senza pretendere e cercare chissaché.
Senza forzature, opportunismi e menzogne, quasi tutto sulla scena pochissmo dietro le quinte. Senza l'ossessione delle visite e dei commenti. Qulche scazzo sì, ma non nevroticità. A me piace, e per me è ragione sufficiente, meglio piacerista che dolorista.

grazie e saludos
Solimano

Silvia ha detto...

Questo è davvero un luogo tutto particolare. Un bel giardino lo penso io, in una bella giornata di primavera inoltrata, prima di cena, in cui tutti sono sereni perchè stanno bene dove sono. E si scambiano delle cose. Molte.
E imparano, senza affanno, senza rivalità, anzi con la voglia di conoscersi un po'.
Hai fatto una buona scelta Solimano.
Cos' hai preparato per cena?
Sono affamata:)

Hai ragione i gruppi dopo un po' vengono massacrati da coloro che vogliono rompere le uova nel paniere rendendoli illeggibili. Molta gente li frequenta ancora.
FB è molto odio e pochissimo amore.
Ci sono praticamente per dovere.

Anonimo ha detto...

Non che mi offenda, io ex Louifla, se mi si dà dell'adolescente foruncoloso - l'aggettivo è parzialmente mitigato da quello che lo precede - ma che mi stupica mi sarà credo consentito, anche perché in tema di consensi, ormai tutto si conente a don miconsenta. Ma perché, ancora una volta mi si consenta, irridere così ai miei ormai sessant'anni... ottimamente portati, è vero, ma sempre senex fanno!
Non gradisco poi la collocazione un po' defilata. Intanto senza di noi mobbastisti, e quindi anche senza di me, il forum dell'unità declinò irrimediabilmente; sono poi uno dei pochi (mobbastisti) almeno una volta radunatisi, e che perciò vide con i propri occhi l'ultraortodossa Gabriroma; ho virtualmente amoreggiato con monna Grammatica Italiana; ho dato ulteriori validi contributi al forum sotto il none di ponziopilato, facendo incazzare tutti gli incazzabili; infine, merito né ultimo né postremo, altro che last but not least, io louifla ho celebrato le glorie linguistiche di Rifkin.
Non so dire quale sia stato il mio grado di narcisismo; posso invece giurare che per la prima e ultima volta in vita mia sono stato messo in difficltà da un forumista, ovvero dal sig. Frana, fino a quando, 17 agosto 2001, seppi che non uomo ma donna era... e capii finalmente il mio sconcerto, e mi dissi pure: bravo louifla, hai sempre un istinto che meninbelino.
Saluti a tutti i viandanti, ma saluti speciali, e sentiti ringraziamenti, al/la tenutaria/o.
Un saluto speciale al sig. First, con il quale ebbi modo di scambiare astuti ma nobili colpi di fioretto.
firmato: LOUIFLA, in maiuscolo, a smentire il narcisismo.

Poscritto per Silvia: megli il forum, meglio il bar. Li chiudono, e sono stati soppiantati dai blog, per ragioni di opportunità, e di ingestibilità. In termini più concreti e direi esaustivi, per eccesso di fessi, perché i fessi non sopportano di essere trattati come tali e, infine, perché al primo stormir di denuncia i gestori se la fanno addosso.

Ri-saluti.

Solimano ha detto...

Benritrovato LOUIFLA, per stavolta ti scrivo in maiuscolo e pure in grassetto, tiè.

Certo che Frana ci menò per il naso a lungo, facendoci credere che era il maschio portiere di Botteghe Oscure (allora direzione del PCI). La catanese Linarena persino se ne innamorò, finché Frana fece l'outing e risultò essere una donna che scriveva dei libri sulle due figlie ragazzine.

Ecco, celebrare le glorie linguistiche del Signor Rifkin è la tipica battaglia da LOUIFLA, battaglia persa in partenza, però si combatte lo stesso. Il tuo amore (virtuale, virtualissimo... o no?) con Frana era noto a tutti, che facevamo finta di niente, salvo Gabryroma che era gelosa, adesso te lo posso dire.
Ma un nome non lo fai, quello della Contessa Lulla. Perché non lo fai quel nome? Eh?
E di colpi ce ne siamo tirati, non tutti di fioretto, però pronti ad allearci come Irregolari Mobbastisti contro i forumisti in divisa del foum dell'Unità.

Sui blog, non puoi andare con lo spadone, bisogna saper distinguere, ma dovrei fare una lunga discorsa.
I forum era destinati a collassare, perché la prevalenza del cretino (o dell'apparato, fa lo stesso) era inevitabile.

Questo è un posto singolare, una esplorazione di modalità normalmente non praticate né nei blog né nei forum, ma anche qui ci vorrebbe una lunga discorsa, che prima o poi faremo.
Ma tu, sei solo adolescente foruncoloso o sei ancora coltissimo? Tu facesti finta di prendertela, ma per quel mio post ci fu chi se la prese a male.

Detta così, parrebbe un come eravamo. Ebbene no! C'era gente di tutti i tipi, compreso l'Ursus Speleus, ma sarei veramente curioso di sapere cosa fanno adesso. E sul Mo' Basta ci sono state certe serate memorabili: alla fine avevamo le lacrime agli occhi sia per le incazzature che per le risate.

grazie e fatti sentire, LOUIFLASolimano (First)

Silvia ha detto...

Era divertente First ma era troppo veloce. Mi assentavo per cinque minuti e arrivavano bordate di post.
Conservo però ricordi indimenticabili, delle risate...
I bar, quelli veri, non li ho mai frequentati e come me, tutti i miei amici. Forse per questo chiudono:)
Buona vita.

Silvia ha detto...

Questa SIGNORA FRANA e' un mito!

louifla ha detto...

Ciao First. In effetti non ho citato la ocntessa lulla, e credo sia stata una spontanea dimenticanza a fin di bene mio e suo. Ma a richiesta rispondo, non è lo scazzo finale la ragione dell'oblio in cui l'ho calata, bensì la mai perdonata incuria con cui mise in linea le foto del raduno mobbastista romano perdendo le altre foto contenenti gli ultimi momenti di mia madre che ancora si reggeva in piedi e stava vicina a me e mia sorella. Pregata più volte, addebitò il tutto a una consegna non avvenuta. Mi rifiuto tuttora di crederle. Le mancate consegne dei pony express non cadono nell'oblio.
Quindi non è per la stessa ragione che non ho citato zia Amail.