venerdì 6 febbraio 2009

Quel cattivo di un maroni

Dario


E' bellissimo vedere i bimbi giocare a far finta. Cerco, quando capita, di non disturbarli, di vigilare come fossi un fantasma.
I fanciulli, lasciati tranquilli, son quasi capaci di autoregolarsi, di non andare oltre quei limiti che richiedono poi giocoforza il mio intervento. Eppure in queste microcomunità fantasmatiche possiamo trovare le stesse qualità e gli stessi vizi delle comunità reali, pure la cattiveria è presente: la terribile, primitiva, cattiveria dei bambini.

7 commenti:

Solimano ha detto...

Ricordo i tempi del libretto rosso di Mao. Fecero un documentario in TV in cui intervistavano una maestra d'asilo cinese che aveva il libretto in mano e che diceva che dal libretto stavano nascendo nuovi uomini, lo si vedeva già nei bambini piccoli... e dietro di lei che parlava al microfono c'erano due bimbi dell'asilo che si litigavano furiosamente un giocattolo, finché si misero a piangere tutti e due. Il bello fu che questo non fu voluto dal giornalista, che era rispettosissimo (come tanti, allora) verso il libretto rosso.
Una scenetta di umorismo del tutto involontario. E perché mai i bambini dovrebbero essere meno cattivi che i grandi?

grazie Dario e saludos
Solimano

Habanera ha detto...

Facciamo che tu eri...
E' il gioco preferito dei bambini, un mondo immaginario in cui i ruoli sono presi a prestito da quello dei grandi.
Che soddisfazione fare la parte della mamma o del papà, comandare invece di ubbidire soltanto.
A volte sono anche cattivi ma non sanno di esserlo.
H.

Dario D'Angelo ha detto...

@ Solimano mi hai fatto ricordare le esperienze nei kibbutz... non ho qui a Parma i miei libri :-( ma se riesco cerco qualcosa magari per parlarne qui :-)

@ Habanera magari, a volte, farebbe bene anche a noi giocare così :-)

Silvia ha detto...

Vidi un documentario anni fa sugli asili giapponesi e rimasi allibita. Se i bimbi si fossero ribellati anche con ferocia, avrebbero commesso un atto di giustizia.
I bimbi sono molto cattivi, non hanno filtri. Si dice sempre della ferocia dei bambini...Ma gli adulti, che in raltà dovrebbero avere tutti i filtri al posto giusto? Rischia di essere uno solo: l'ipocrisia.

Amfortas ha detto...

Io da bambino giocavo a una strana versione di chi far finta: facevamo finta a chi muore meglio.
Cioè, uno era il capo e diceva agli altri, ad esempio: "Tu, muori di mitragliata...tu, di lancia".
Chi era più realistico nello sceneggiare, vinceva.
Mah...
Ciao!

sabrinamanca ha detto...

I bambini sono anche cattivi (dico anche perché sono anche tante altre cose)gli adulti sono anche cattivi ma tentano di nasconderlo, loro si' sono maestri nel gioco del "far finta"!

un saluto

Dario D'Angelo ha detto...

@ Amfortas questi giochi sono spesso occasione di nascoste "riflessioni" sui "segreti" degli adulti :-)

@ Silvia, Sabrina non posso che concordare :-)