lunedì 12 gennaio 2009

Siamo tutti tornitori

Annarita



"Il tornitore alla Ferrari ha il sorriso e la dignità di dire al figlio che cosa fa, l'impiegato al catasto, i professori, i burocrati no", ha detto Brunetta parlando a Neveazzurra, la kermesse politica invernale del Pdl che si tiene a Roccaraso.
La Repubblica, 11 gennaio 2009


Sono tornata a casa dopo l'ennesima giornata trascorsa con il sorriso sulle labbra (perché il pubblico giustamente non deve risentire del fatto che io abbia le paturnie) e con il livello della pazienza ai minimi storici (perché spesso mi domando se mi succeda di parlare involontariamente in una lingua che non sia l'italiano).

Glielo dite voi al ministro Brunetta che noi fannulloni della Pubblica Amministrazione non abbiamo tempo da perdere con lui e i suoi sproloqui? Grazie. A buon rendere.

P.S.: tutti quelli che sono a Roccaraso alla kermesse politica invernale del Pdl che lavoro faranno?

Firmato Annarita, così acida che se stasera mette un dito in un bicchiere di latte lo trasforma in un vasetto di yogurt.

5 commenti:

Roby ha detto...

Annarita, se ci aggiungo anche il mio di dito, sono sicura che il latte diventa così rancido che non va bene neppure per lo yogurth intero!!!

Roccaraso è proprio un bel posto per fare una kermesse. E poi, il nome NeveAzzurra richiama proprio l'idea di gente impegnata a lavorare duramente per guadagnarsi il pane...

...sempre col sorriso pronto, è ovvio!!!!

Roby

Dario D'Angelo ha detto...

Posso unirmi al coro? :-)

Giuliano ha detto...

Si potrebbe fare l'elenco completo dei ministri di questo governo: non solo Brunetta ma anche Larussa, Carfagna, Alfano, Matteoli, Bossi, Calderoli, e Schifani seconda carica dello Stato... Non me li ricordo tutti, meno male.
E pensare che quando al governo c'era un galantuomo come Padoa-Schioppa non passava un minuto che qualcuno si alzasse a insultarlo (per tacere degli insulti a Rita Levi Montalcini).
Il risultato lo vediamo oggi, con la pubblicazione dei dati sul deficit pubblico che ha ripreso a correre.

giulia ha detto...

Annarita, satvo pensando ieri ad un post così, poi non ho avuto tempo e tu hai dato voce alla mia rabbia. Ho pensato che nelle nostre case ci siano delle microspie che registrano cose "non dette"... Come farebbe, ammesso fosse vero, a sapere che cosa diciamo ai nostri figli?
Noi abbiamo degli "stupidi" al governo, il che è il peggiore dei mali... Un abbraccio e grazie

Solimano ha detto...

Io non me la prendo più per queste cose, perché gli altri fanno il loro mestiere e l'indignazione è una facile scorciatoia che non porta in nessun posto.
Preferisco guardarmi in casa e faccio due domande totalmente retoriche:
1. Che senso ha dal punto di vista politico, sociale, culturale, morale, di opportunità che si organizzi una manifestazione chiamata NeveAzzurra a Roccaraso?
2. Perché alle manifestazioni che organizzano invitano sempre qualche nemico (pardon, avversario, ma nemico permette di capire l'assurdità)?Per capirsi, credete che durante le primarie del Partito Democratico (quello serio, l'americano) Hillary invitasse gente di Obama o viceversa? No, eppure appartenevano allo stesso partito, e si tiravano botte mica da ridere.

Ma anche noi siamo così: basta guardarsi in giro in rete, perché quello che prevale di gran lunga è un individualismo di tipo velleitario, lo sfogatoio insomma. Uno si sfoga e poi si sente a posto. Eh no! Le individualità forti devono trovare il modo di operare insieme, anche in piccoli gruppi (però non mafiosetti). Un piccolo gruppo può fare molto, anche divertendosi nel fare, ma questa cosa ovvia e sperimentata, non passa nell'anticamera del cervello di quasi tutti. Poi ci si lamenta di come vanno le cose...

grazie Annarita e saludos
Solimano