venerdì 30 gennaio 2009

Mille torbidi pensieri mi s'aggiran per la testa.

Amfortas



Non so, mentre leggo sul Televideo Camere a gas? Per disinfettare penso che per una volta la comunicazione sintetica sia un bene, perché delle motivazioni di una simile proposizione non voglio sapere nulla.
Il primo impulso, però, sarebbe di restare a casa.
Guardo la valigia pronta quasi con un senso di colpa, come se abbandonassi il campo di battaglia, come un disertore.
Il mio unico proposito per l'anno nuovo era lavorare meno, che lavorino gli altri, quasi uno slogan sessantottino da gridare nella piazza vuota della mia testa.
Sono confuso.
Mi aspettano Torino, Firenze e due opere bellissime.
Tutto sommato, "Il faut partir, mes bons compagnons d’armes" e sapere che Giuliano penserà: "Ecco, di nuovo mi tocca puntualizzare da dove sono tratte le citazioni" è la mia coperta di Linus.

2 commenti:

Arfasatto ha detto...

Vedo che Giuliano non si fa vivo, ci penso io:
"Mille torbidi pensieri
mi s'aggiran per la testa:
se mi salvo in tal tempesta,
è un prodigio, in verità."
Don Giovanni, atto II, scena 8.

Si tratta di Leporello travestito da Don Giovanni, dopo essere stato scoperto e riconosciuto da Don Ottavio, Donn'Anna, Masetto e Zerlina (e Donna Elvira, naturalmente).

Solimano ha detto...

Amfortas, la storia della piazza vuota nella tua testa l'ho goduta molto, me la sono vista come una piazza baroccheggiante del sud (Puglia o Sicilia), alla contr'ora, quando non c'è in giro nessuno. Oppure certe piazze spagnole, perché nel primo pomeriggio dormono, salvo star svegli fino alle due di notte.

grazie e saludos
Solimano