mercoledì 10 dicembre 2008

Dallo scaffale di H. G.Wells

Roby

Nel finale de L'uomo che visse nel futuro, film di George Pal tratto da La macchina del tempo di H.G.Wells, il protagonista -innamoratosi di una bella biondina ingenua e trasognata nata nell'anno 6000 e passa- decide di trasferirsi (definitivamente?) nel futuro. Prima di compiere il gran passo non fa i bagagli, nè lascia messaggi ai parenti: si limita a sottrarre dalla sua biblioteca un libro, della cui sparizione si accorgono troppo tardi la sua governante e il suo miglior amico. E' propro di libri che il mondo a venire ha bisogno, secondo la teoria esposta dal romanzo e dal film: testi su cui fondare la propria storia, esplorare le proprie radici, costruire il presente basandosi sul passato, con un occhio al domani...
"Che libro avrà preso?" si chiede la governante, osservando il posto vuoto sullo scaffale "Non ricordo qual era quello che stava qui!"
L'amico scuote la testa.
"Chissà..." commenta. E poi aggiunge, pensoso: "Lei, signora, quale avrebbe scelto?"
Stasera io vi rivolgo la stessa domanda: quale opera letteraria portereste con voi, in un lontanissimo futuro privo di testi scritti, per far conoscere ai vostri tris-tris-tris-nipoti qualcosa di più sulle loro origini ?
Attenzione, potete indicare un unico titolo: ma se ci mettiamo d'accordo, e se organizziamo un pullman del tempo abbastanza affollato, i nostri discendenti si ritroveranno bell'e pronta una biblioteca niente male!
Comincio io? Ecco qua: l'Odissea di Omero!
Conoscendomi un po', avevate forse dei dubbi???

8 commenti:

Solimano ha detto...

Roby, per me l'Odissea potrebbe andare bene: Penelope, Circe, Nausicaa, Calipso... però anche Arete, Elena, Cassandra... le Sirene, le Sirene... e ci metto anche Melanto ed Euriclea, perché no? Polifemo non va bene, perché è uno che si mette le dita nel naso, Telemaco lo mando per un po' nei boy-scout, così si sgama, poverello... e Ulisse? Lo lascio a casa, ci sarà pure bisogno di qualcuno che mandi avanti la baracca mentre io me la spasso nel futuro. Bravo, il vecchio Wells.

saludos y besos
Solimano

Silvia ha detto...

I promessi sposi.

Fulmini ha detto...

Il vocabolario della lingua italiana di Nicola Zingarelli.

Barbara ha detto...

Roby, hai beccato uno dei miei film preferiti!

Io mi porterei La storia infinita di Michael Ende

giulia ha detto...

Io mi porterei: Se questo è un uomo di Primo Levi. Anche se ammetto, scegliere è davvero difficile. Giulia

Giuliano ha detto...

"Il sistema periodico" di Primo Levi, il libro più bello che sia mai stato scritto. (ed è anche pieno di nozioni pratiche che nella vita servono)

Solimano ha detto...

La Divina Commedia.

saludos
Solimano

Amfortas ha detto...

Microcosmi di Claudio Magris.
Ciao.