giovedì 6 novembre 2008

Non c'è niente da ridere

Roby

Silvio Berlusconi, in visita dal presidente russo Medved, riferendosi a Barack Obama lo ha definito -facendogli a suo dire "un complimento, una carineria assoluta"- giovane, bello e abbronzato.
Vorrei proporre a Obama -per evitare di essere tacciato di imbecillità, non avendo capito la battuta- di rivolgere pubblicamente al leader del PdL apprezzamenti altrettanto simpatici, quali: bassetto attempato ben tirato da ottimi lifting, oppure instancabile vecchietto bandanato, o anche diavolo di un anziano con i rialzi nelle scarpe.
Ma il mio inglese non è un granché: qualcuno può aiutarmi?


14 commenti:

sabrinamanca ha detto...

se non conosci l'inglese ti do io qualche dritta ( garantisco una traduzione "letterale" rispetto alle tue richieste): ass hole, son of a fat ugly old dirty beach, mother fucker, dick head,e potrei continuare all'infinito.

Giuliano ha detto...

"giovane bello e abbronzato" può scappare. Se fosse la prima volta, o magari la seconda, o la terza, la quarta, la quinta...(eccetera).
Tutta colpa di quei maledetti comunisti!

Dario D'Angelo ha detto...

attendo nei prossimi giorni la tirata sulla stampa internazionale tutta in mano alla sinistra

Solimano ha detto...

Eppure. Per me lo fa apposta, come quella volta al Parlamento Europeo, come le corna nella foto di gruppo con Zapatero.
C'è la storiella (inventata dai bolognesi), che a Modena non puoi raccontare una barzelletta sabato sera, perché ridebbero la domenica alla messa delle 11. Non è vero, i modenesi non vanno a messa, e comunque ridono alle 12, non alle 11.
Però resta il fatto che ho imparato a mie spese che qui in Brianza, se fai una battuta, prima devi dire: "Adesso farò una battuta", se no ti guardano storto.
Per me la maggioranza delle persone non capiscono che male ci sia a dare dell'abbronzato a un afroamericano. Che fare? Dire ad esempio: "E' un invidioso di pessimo gusto". Siccome tutti sono invidiosi, anche se il 90% nega di esserlo (in particolare con se stessi), servirà pure un capro espiatorio dell'invidia: eccolo!
Anche perché di fondo è veramente invidiosissimo, per quello è sempre agitato. Patirebbe, a sentirselo dire, e qui lo dico:
"BERLUSCONI E' INVIDIOSISSIMO PERCHE' OBAMA PIACE ALLE DONNE PIU' DI LUI!".
Oh, mi sono sfogato, finalmente!

saludos y besos
Solimano

giulia ha detto...

Sono d'accordo con te Solimano, sottoscrivo... E' terribilmente invidioso... Giulia

Giuliano ha detto...

Io sono disposto a sorvolare sul "giovane e abbronzato", perché da noi si dice ("come sei bella abbronzata!") e può scappare.
Posso sorvolare anche sulle corna in fotografia, anche perché poi il lussembrughese Juncker gli ha fatto pat-pat sulla pelata (chi se lo ricorda? ci dev'essere ancora il filmato su youtube).

Ma su quella figura di m. che ha fatto con la storia del kapò non si può sorvolare, e sono sicuro che all'estero se la ricordano bene. Non si può sorvolare perchè era un'occasione istituzionale, perchè si era davanti all'Europa intera e l'Italia aveva la presidenza semestrale. Non si può sorvolare perchè la battuta era moralmente orribile, e oltretutto non faceva nemmeno ridere.
Eccetera.
In conclusione: finché il signor Berlusconi si fa le sue figure di m. per conto suo, passi. Ma se rappresenta l'Italia, la figura di m. la facciamo tutti.
Ecco, quella volta del kapò è stata una di quelle occasioni in cui davvero si pesano le persone e si vede quel che hanno dentro: non un bel panorama, tutt'altro.

giulia ha detto...

E su quello che ha detto dopo ai giornalisti che l'avevano criticato? No, su quello non si può davvero sorvolare... Giulia

Solimano ha detto...

Stamattina ho trovato il mio giovane fornaio veramente incacchiato. La faccenda dell'abbronzato l'ha molto disturbato. Fra l'altro credo che non voti a sinistra, dev'essere un mezzo leghista di tipo ruspante (ce ne sono tanti qui, e ci si può parlare, malgrado tutto, anche se ti prudono a volte le mani).
Gli ho detto la mia opinione, quella che ho detto anche qui: che Berlusconi lo fa apposta, sono studiate queste uscite, le fa perché sa che gli convengono.
Il fornaio mezzo leghista mi ha dato una risposta semplice e bellissima: " Il fatto che una cosa ci convenga non vuol dire che la facciamo".
Quasi quasi gli do il guest a 'sto giovane fornaio mezzo leghista...

saludos
Solimano

Giuliano ha detto...

Caro Solimano, se il tuo fornaio ha il computer, perché no? Mi sa che ne ha tante, di cose da dire.
(e forse comincia a venir giù dal pero)

Massimo Marnetto ha detto...

"Scusa Bonaiuti, perché tutto 'sto casino... ma il motto di Obama non è Sì, ci abbronziamo, Yes we tan?

No Silvio... è Yes we can

mazapegul ha detto...

Ben detto Roby!
Bravo Massimo!

Berlusconi era quello che, per scaldare una platea forzista, raccontava barzellette sui malati di AIDS.

Giuliano ha detto...

Massimo, non hai capito. Mo' te mando a casa la Carfagna, la Carlucci e la Gardini e te spiegano loro.
E se non capisci ancora, te mando Bondi e Bonaiuti, e poi Gasparri.

Roby ha detto...

Come previsto, oggi le agenzie riportano la notizia di una lunga (20 minuti) e cordiale (ma chi ce lo garantisce?) telefonata fra Silvio e Barack, nel corso della quale non è stato fatto alcun accenno alla "battuta". A questo ci credo: ma solo perchè Obama mi sembra TROPPO intelligente per tornarci sopra!!!

Baciotti a tutti, abbronzati e non.

Roby

Giuliano ha detto...

Sì, come sempre si è esagerato: la realtà (e penso che Nicola possa confermare) è sui media americani dell'Italia non arriva mai niente; e che le telefonate fra capi di Stato sono pura formalità, mica uno va a dire cosa pensa veramente.

Però, e capita a tutti noi in società, fare il gioppino una volta ogni tanto è divertente, ma se lo fai sempre poi ti considerano davvero un gioppino, e quando c'è da discutere delle cose serie ti tagliano fuori.
Quante volte Berlusconi ha già fatto la figura del gioppino in ambiti ufficiali? Direi troppe, si fa persino fatica a contarle.
Avevano perfino fatto un dvd con l'elenco completo, qualche anno fa: oggi bisognerebbe aggiornarlo con gli extra...