giovedì 9 luglio 2009

Cartoline dal Brasile (1)

Giulia

Sauaçui

Sono a Maceiò, una città del nordest del Brasile, un luogo frequentato dai turisti che cercano spiagge ampie e soleggiate. Abito in casa di due miei amici in una villetta vicino al mare. Per arrivare sul litorale però bisogna passare da una strada sterrata che quando piove diventa un lago di fango in cui è facile affondare. Il piede diventa pesante, perché il fango si incolla alla suola. Tutti gli abitanti di questa zona hanno pagato per fare asfaltare la strada, ma i lavori sono arrivati fino ad un certo punto (neanche la metà), poi i soldi sono finiti e così tutto si è interrotto: così vanno spesso le cose in questo paese.
Sono stata fortunata perché fino all'altra settimana pioveva sempre. Ieri e oggi abbiamo avuto il sole anche se il cielo è attraversato da nuvole bianche che spinte dal vento cambiano continuamente forma. Le spiagge sono grandi e deserte, il mare è verde e si colora sempre in modo diverso a seconda del movimento delle nuvole.
La domenica in spiaggia un signore cucina cibi tipici della cucina nordestina come “feijao con torresmo”, gamberetti fritti, “churrasquinho”. E' così che molti si inventano piccoli lavori per arrotondare lo stipendio. Così si mangia, si beve e si prende il sole.
Dopo quasi trenta ore di viaggio un po' di riposo ci voleva.

Paripueira

8 commenti:

Solimano ha detto...

Ed ecco il secondo post del Viaggio in Brasile di Giulia.
Stavolta, è riuscita anche a spedirmi le immagini, che sono sue.
Se continua così, fra un po' caricherà direttamente i post in Stanze all'aria... La connessione è probabilmwente lenta, però, quando si è in gruppo, si riesce sempre ad arrangiarsi.

grazie Giulia e saludos
Solimano

sabrinamanca ha detto...

Ti penso Giulia, prenditi tutto quello di cui hai bisogno. La pace e la generosità di questa gente (che in cambio avrà il tuo cuore grande!).

Silvia ha detto...

Ho perso il commento.
Che brava che sei, mandi pure le foto, e sono contenta di sentire che siamo con te in questo bel viaggio:)
Per quanto riguarda i lavori interrotti vedo che tutto il mondo è paese. Un bacione

Anonimo ha detto...

Giulia-Emilia, si è in viaggio con te. Ed è un bel sentire:)
ciaoooooo
zena

annarita ha detto...

È un piacere continuare ad averti vicina seppur così lontana :-)
Goditi tutta la magia del Brasile!
Salutissimi, Annarita

Habanera ha detto...

Giulia, per vincere la paura di volare (che ho provato anch'io per molti anni) non resta che diventare fatalisti: se non è arrivata la mia ora a questo aereo non succederà niente, altrimenti, se anche fossi in poltrona a casa mia, non potrei farci niente, dovrei andare...
Buone vacanze e continua a raccontarci.

Un bacio
H.

giulia ha detto...

Vi saluto velocemente tutti e vi abbraccio.
E´bello essere lontani, ma vicini
Baci
Giulia

Barbara ha detto...

Anche io mi unisco ai saluti. Aspettiamo la prossima puntata.