domenica 12 luglio 2009

Cartoline dal Brasile (2)

Giulia

Cancello azzurro

“Per piacere levati da lì. E' pericoloso”. Mi ha detto oggi Ivone. Mi sono guardata intorno, ma non vedevo nulla che potesse essere una minaccia. Mi ha fatto segno di guardare in alto e ho capito: davvero se un cocco ti casca in testa può farti del male.
Questi alberi sono davvero molti, a volte talmente alti che meriterebbero anche loro il nome di grattacielo. Molti sono piegati dal vento ed è bello vederli muovere quando soffia forte.

Albero di cocco

Per raccogliere i frutti gli uomini si arrampicano fino in cima con un'abilità e una velocità incredibile.
Il cocco viene usato molto nella cucina sia in piatti salati che nei dolci.
Ma per il cane della mia amica ha anche una funzione particolare: quella che abitualmente avrebbe una palla. Provate a togliergli se riuscite il suo “cocchino” di bocca: solo all'idea sta già digrignando i denti.

Un saluto caro a tutti.

Xuxa

7 commenti:

Solimano ha detto...

Giulia ha deciso di chiamare i suoi post "Cartoline dal Brasile": testi corti e fotografie.

Quindi ho mantenuto il titolo "Viaggio in Brasile" (per il momento, deciderà Giulia) solo al primo post, poi ci sono già due "Cartoline dal Brasile", aspettiamo le succesive.

grazie Giulia e saludos
Solimano
P.S. Mi sembra sempre più un'ottima idea...

annarita ha detto...

Lo credo anch'io. Brevi interventi corredati di foto, compatibilmente con i suoi impegni e con la connessione lenta. La seguiamo con grande piacere. Salutissimi e buona domenica, Annarita

Silvia ha detto...

Che bella cosa! Ci dirai poi delle ricette col cocco? Sono già curiosa. L'ultima foto mi ha commossa un po'. Mi ha ricordato la piccola, sempre con una palla in bocca. Ci sono cose uguali a tutte le latitudini e longitudini.
Attendiamo queste piacevoli cartoline. Un bacio

Amfortas ha detto...

Allora resto in attesa di altre intramuscolari brasiliane!

Amfortas ha detto...

Allora resto in attesa di altre intramuscolari brasiliane!

Barbara ha detto...

Questi cocchi hanno un aspetto diverso da quelli che si comprano qua da noi. Il sapore è lo stesso?

mazapegul ha detto...

Cara Giulia,
si potrebbe ben dire: "del cocco non si butta via niente". Attendo una lista delle cose che si possono fare con una pianta (o una noce) di cocco.
Buon viaggio, intanto,
Maz