sabato 23 maggio 2009

Paradosso.

Amfortas

L’anno scorso ho ristrutturato il mio appartamento e ho colto l’occasione per dotarlo di un impianto di climatizzazione. Nelle scorse stagioni, saranno gli anni che passano, sarà il clima che cambia, ho sofferto troppo il caldo.
Un ambiente climatizzato esclude che si possa fumare in casa.
Ora, so bene che fumare fa male, a prescindere da dove e come si viva, ma se fosse facile smettere non si chiamerebbe vizio del fumo, no?
Però non è questo il punto, le mie debolezze non interessano a nessuno.
Il fatto è che con le finestre chiuse e l’aria condizionata mi pare di stare in una scatola asettica ed insonorizzata. Ho la sensazione di essere derubato di emozioni e il ladro sono io stesso, ancora una volta, recidivo.
Così quando esco in portico a fumarmi una sigaretta mi pare quasi di riappropriarmi di qualcosa di mio, oltre che placare la mia temporanea astinenza da tabagista.
I due grandi vasi del dentro e del fuori tornano ad essere comunicanti.
Spesso non è un bene, perché il fuori può essere ostile o almeno momentaneamente incomprensibile.
Sì, non che il dentro sia poi così chiaro, forse è solo più rassicurante.
Il fumo è una boccata d’aria.

13 commenti:

zena ha detto...

Il caldo per me è una malattia, l'aria condizionata anche.
Scelgo la seconda per sopravvivere alla prima, ma mi chiedo come si possa chiamare 'aria'.
In realtà è un mattone trasparente e gommoso, come certi sorbetti al limone mal riusciti.
Saluti solidali.
z.
( e contenta di rileggerti, qui)

Giulia ha detto...

Ho avuto sempre la tentazione dell'aria condizionata, ma non ci sono mai riuscita proprio per quello che dici. Mi viene un senso di claustrofobia quasi. Quest'aria innaturale mo blocca. Temo però che di fronte a un certo caldo cederò perchè acnhe l'afa è insopportabile.

Carissimi saluti e baci
Giulia

annarita ha detto...

Mio marito patisce grandemente il caldo e io invece ho sempre freddo. I condizionatori ci hanno risolto il problema perché ognuno dei due si rinfresca o si riscalda come più gli aggrada nella stanza in cui si trova. Riguardo i vasi comunicanti, che dirti? Viviamo in una zona abbastanza silenziosa che quasi non mi accorgo della differenza. Però spesso anche io mi godo dal balcone i suoni e i rumori del giardino condominiale, tra canti di uccelli e strilli di bambini. Senza fumare.
Buona domenica a tutti, Annarita

Habanera ha detto...

Qui lo dico e qui lo nego: quando sono a Milano fumo nonostante il condizionatore d'aria.
Il motivo è semplice, fumo talmente tanto che dovrei passare quasi tutto il mio tempo sul terrazzo soffrendo il caldo torrido ed i rumori infernali di una città come Milano.
Quindi fumo in casa e la mia casa è climatizzata proprio perchè il rumore del traffico cittadino mi impedisce di tenere le finestre aperte.
Però cambio spesso i filtri.
Basterà questo, Vostro Onore, per ottenere la Sua clemenza?

Caro Paolo, tra tabagisti ci si intende...
Un abbraccio
H.

Solimano ha detto...

Ho la fortuna di vivere al piano rialzato di un picolo condominio con dieci appartamenti. Attorno c'è molto verde e grande silenzio, sia di giorno che di notte. Quelli del secondo piano, hanno messo il condizionatore perché ci picchia il sole. A me non serve, salvo qualche giornata di luglio o d'agosto, ma supplisco con un potente condizionatore che assomiglia ad una giraffa.
Riguardo al fumo, piena solidarietà ai tabagisti Habanera e Amfortas. Fumiamo per un motivo: perché ci piace, non per sfighe strane. Dovremmo smettere, ma non abbiamo tempo, tropppo da fare. Appena potremo, smetteremo: che ci vuole, a smettere di fumare? La faccio almeno venti volte al giorno, quando spengo le sigarette.
Le sfighe strane sono ubique, fateci caso!

grazie e saludos
Solimano

Barbara ha detto...

Io non fumo, ma non per strani motivi ideologici.
E' che sono figlia di due accaniti fumatori, che ai tempi d'oro erano arrivati a quasi un pacchetto al giorno (un pacchetto lui, un pacchetto lei) e io adesso, a forza di fumo passivo preso fin dai tempi della placenta, ho una tosse cronica anche ad agosto e la sigaretta non esercita in me la minima attrazione.
Solo non capisco una cosa, nella mia ingenuità di non fumatrice: ma perchè se uno ha l'aria condizionata non può fumare?

Silvia ha detto...

Ti capisco eccome carissimo amico mio. Che bello leggerti qui Am, ci sei mancato:)
Io per questo motivo non ho il condiziomatore ma un sistema brevettato di correntelle d'aria ad imposte aperte e scostate, tapparelle abbassate, un po', un po' meno, del tutto, tutte aperte a seconda delle ore...(ci ho fatto uno studio sopra durato anni) ventilatori piazzati in punti strategici. Devo ammettere però due cose: abito a nord-ovest (quasi sempre ombreggiato) a piano rialzato e poi ho smesso di fumare quasi quattro anni fa.
Però ho fatto così per anni anche quando fumavo oltre 30 siga al giorno. Lo so che stiamo andando verso un mondo finto, ma "respirarlo" mi mette di pessimo umore. Preferisco patire un po'.
Lo so, sono fuori di testa, ma...e poi soffro di dolori alla cervicale, l'aria condizionata mi stende.

Amfortas ha detto...

Zena, il caldo è una malattia anche per me, perché ho la pressione bassa. Dicono che non sia un male, ma svengo io, però :-)
Ciao e grazie.
Giulia, se puoi tieni duro. Certo, in giornate umide come oggi, nonostante il fastidio, non posso fare a meno di accendere l'impianto.
Annarita, anche mia moglie è come te e ha sempre freddo. Che il problema sia la melomania dei mariti?
Habanera, io invece sono in perenne lotta con la sigaretta, così fumo con i sensi di colpa, sarò scemo?
Certo, non abito a Milano, che è una città davvero tragica per il rumore, però anche se sono un fumatore, l'odore del fumo m'infastidisce, quindi esco in giardino.
Clemenza accordata, comunque :-)
Solimano, anche a me piace fumare e anzi trovo che le sigarette siano uno dei pochi prodotti per cui non vale la solita lamentazione "Eh, ai miei tempi ecc ecc".
Può valere per il prosciutto, forse, o per i tenori, le sigarette sono sempre più buone, invece :-)
Silvia, la tua strategia è ammirevole, ci ho provato anch'io: e chiudi la finestra e riaprile, e abbassa le tapparelle e rialzale, e apri la porta e richiudila.
Una volta mi son chiuuso fuori, sotto il sole e senza sigarette :-)
Ciao!

Amfortas ha detto...

Barbara, ti chiedo scusa per averti saltata nella prima risposta.
Insomma, a non fumare ci guadagni, questo è sicuro.
Se c'è l'aria condizionata si tengono le finestre chiuse e quindi se fumi l'ambiente diventa una camera a gas puzzolente, capisci? :-)
Ciao!

Ermione ha detto...

Ritorno da voi dopo un certo periodo di latitanza, credo che il peggio sia passato.
Ma come, Amfortas, ti pensavo non fumatore, anche se buon bevitore. Odio il fumo, da brava ex fumatrice, e detesto l'aria condizionata -e sì che sto scrivendo in una stanza caldissima, dopo una giornata rovente, come solo Firenze sa dare. In verità l'aria condizionata mi dà quella sensazione di innaturale che non mi piace; generalmente, poi, viene tenuta troppo alta e bisogna infilarsi il golf. Meglio il caldo naturale, via...

sabrinamanca ha detto...

Io ho l'aria condizionata in sardegna. Ferme restando tutte le considerazioni di Paolo che condivido, è davvero dura passare un mese, a volte due in cui la temperatura media si aggira sui 32 gradi e l'umidita, signori miei, non ne parliamo!
Dico solo che la scorsa estate ha salvato la vita a tutta la famiglia. Anche io come Paolo ho una pressione da sottoscala, ieri qui a parigi faceva un caldo mortale il mio barometro segnava 90/60...

Il fumo arghhhhhhhhhh, lo detesto con tutta me stessa (genitori accaniti fumatori)e d'estate poi, peggio che mai, quando di fronte a me, ho qualcuno che fuma e ci sono 30 gradi mi manca letteralmente il respiro.

Saluti a tutti ( fra qualche giorno me ne torno nella mia isola, non vedo l'ora!)

Silvia ha detto...

Sabrina non sai quanto t'invidio! Un bagno per me, ti prego, fai una bagno per me.

Amfortas ha detto...

Ermionee, in realtà ti deludo due volte, perché sono pure astemio :-)
Dai, e poi Firenze è una città-forno!
Ciao :-)
sabrinamanca, ho passato tre lunghe vacanze in Sardegna e non ho mai trovato il caldo umido, sono stato fortunato.
Capisco comunque il fastidio dei non fumatori e cerco di non essere maleducato...
Ciao!