sabato 14 marzo 2009

Pigerrima

Sgnapis


Caffè, mezz'ora di ginnastica, doccia, pagare bollettino in posta, leggere e scrivere una cosa importante, scrivere due cose meno importanti, fare passeggiata all'aria aperta rigenerante, passare dalla Ferny per spuntatina al ciuffo, i capelli corti richiedono un taglio curato, telefonare per prendere accordi per la serata, cena fuori per fortuna, fare un po' di spesa perchè il frigo fa l'eco, dare una pulitina ai tappeti perchè gli acari invece fanno la ola, l'auto no, mi rifiuto, tanto si sa che le auto delle donne sono tutte un cesso, piantare la rosa rampicante che sta aspettando dentro un vaso inadeguato un tempo clemente ma soprattutto me, fare un paio di lavatrici, che l'armadio strabocca di abiti ma indosso sempre i soliti, magari fare un salto dalla mamma che è distante è vero, ma è un po' che non ci vado e le porterei il pensierino che le ho comprato e che è ancora sul comò dell'ingresso, accidenti devo comprare anche cd e dvd vorrei masterizzare... e stirare, già pure stirare... e devo badare solo a me stessa...
Sono le sette e l'alveare ancora non si è del tutto svegliato. Sento la Rina del piano di sopra che si sta rigirando nel letto, tra poco si alzerà.
Sotto le copertine si sta bene, non so ancora se sarà una bella giornata di sole oppure no, in compenso sono già stanca. E' stata una settimana infernale.
Sto pensando alla banca del tempo che è un'ottima idea.
Il problema è: che tempo potrei rendere io? Quello in cui dormo, poco ma come un sasso, a chi per esempio soffre d'insonnia...
Mi sa però che non funziona proprio così.

12 commenti:

Dario D'Angelo ha detto...

Già, non credo funzioni così :-)

Silvia ha detto...

Infatti Dario...Scappo che non sono nemmeno a metà del programma. Come volevasi dimostrare:)

Barbara ha detto...

Sai che mi hai fatto venire in mente che io non ho la più pallida idea di cosa sia 'sta banca del tempo?!
Come funziona?

giulia ha detto...

Un bell'elenco... a che punto sei?... Coraggio.

Giulia

sabrinamanca ha detto...

Funziona, mi sembra, fra persone che abitano non lontane dedicando del tempo a chi ne ha bisogno e poi domandando la disponibilità quando siamo noi ad averne bisogno.
su internet ho trovato questo, per esempio http://www.scambiodifavori.ch/

buon fine settimana

Silvia ha detto...

Esatto Sabrina. La ritengo un'idea geniale. Che mi è piaciuta subito.
Poi ho pensato che io non potrei mai usufruirne...:(


Sono messa da schifo Giulia, come sempre. Vado a prepararmi che tra poco dovrò uscire e ovviamente sono in ritardo.
Di cose però ne ho fatte, non tutte.
I capelli per esempio la prossima settimana.


buona serata, a domani.

Roby ha detto...

Se i tuoi acari fanno la ola, i miei passano parola agli altri (gli extracomunitari): "Dai, venite, qua c'è posto per tutti... e non chiedono neanche il permesso di soggiorno..".

Buon fine settimana anche a te, e a tutti gli altri!!!!

Roby

annarita ha detto...

Nemmeno io sarei un buon elemento per la banca del tempo, pazienza. In quanto a te, Silvia, coraggio, sono certa che riuscirai a fare tutto in tempo e se proprio dovessi tardare un po' sul tuo ruolino di marcia, domani è un altro giorno, come diceva la sempre mitica Rossella ;-)
Salutissimi, Annarita

Solimano ha detto...

La soluzione è semplice: essere estremamente pigri nelle cose che non ci piacciono ed essere estremamente attivi nelle cose che ci piacciono.
Tanto, le cose urgenti oggi, se le rimandi a domani, diventano un po' meno urgenti...
Non è del tutto uno scherzo, abbiamo dall'infanzia una struttura da bravo bambino (o brava bambina) che tende a colpevolizzare l'ozio. Poi, dalla solitudine adolescenziale (che abbiamo provato tutti) viene l'altra faccenda: l'ansia di strutturare il tempo.
Il libro di Lorenz sui sette (cosiddetti) peccati mortali e sulla loro base sanamente etologica è essenziale, e nacque come trasmissione radio.
Ciò detto, a mio avviso le donne con i capelli corti debbono fare una cosa urgente: lasciarli crescere.

grazie Silvia e saludos
Solimano

Habanera ha detto...

Mamma mia quante cose fai (o vorresti fare) in una giornata.
La cosa che ti invidio di più è la costanza a fare mezz'ora di ginnastica ogni mattina.
Dio sa se ne avrei bisogno eppure quel tempo lì non lo trovo mai. Diciamo che non voglio trovarlo e so che faccio male, malissimo.
Sei un vulcano di rara simpatia, Silvia. La gioia di vivere fatta persona, altro che pigerrima.
H.

Silvia ha detto...

@Roby io sono per il vivi e lascia vivere:)
L'unica cosa sulla quale sono stata irremovibile è che dopo i festini devono pulire. Accidenti, che debba fare tutto io?! No poi!
Gli acari sembrano esserini di parola. Abbi fede:)

@Annina non sono riuscita a fare tutto. Proprio no, però ho fatto le cose a cui tenevo di più per sono soddisfatta e ne ho fatte tante. Devo ancora stirare delle cose, in posta ci sono andata ma ho dimenticato a casa il conto sul quale fare il pagamento, la passeggiata è diventata l'andare alla posta, poi hai ragione, ad un certo punto ho pensato: ma domani è DOMENICA!!!!! Allora ho rallentato e ho pensato al giorno dopo. Sono andata dalla mamma a pranzo a portarle il pensierino che le avevo preso e le ho dedicato del tempo, ho finito di fare le lavatrici e ho pensato intanto, di pulire i tappeti. Non mi piace pulire i tappeti, non so se si era capito:)A volte dicono che basta il pensiero? Speriamo.
bacione

Silvia ha detto...

Hai ragione Solimano c'è del vero in ciò che dici e noi siamo pieni di condizionamenti, tuttavia se dovessi fare solo le cose che mi piacciono, con lena intendo, avrei libera metà della mia giornata. Il lavoro spesso occupa parte del mio tempo senza il mio entusiasmo e vivendo sola, non avrò particolare oneri, ma non ho qualcuno a cui delegare per cui, volente o no, tocca sempre a me.
Il tuo consiglio lo seguo cercando di essere indulgente con me stessa e chiudere gli occhi sulle cose da fare che a volte gridano la loro presenza (mia madre è una maniaca della pulizia per esempio.Io ho dovuto fare enormi sforzi per non essere come lei. Ci sono riuscita, a volte vivo nel caos senza il minimo senso di colpa. Un grande traguardo.
I capelli corti, mi dicono tutti, mi ringiovaniscono, per cui basterebbe questo per tenerli tagliati anche col rasaerba:) Poi oltre alla ginnastica mattutina, ho intenzione, strutture e tempo permettendo di fare un paio di piscine alla settimana.
I capelli lunghi, anche se bellissimi, non agevolano questa pratica. Dovrai tenermi così come sono:)



@Haba cara, la mezz'ora di ginnastica tutte le mattine, dalle 7 alle 7,30 è una conquista superiore allo smettere di fumare e io fumavo trenta sigarette al giorno, per cui ti capisco molto bene.
Ti posso assicurare che mi sono dovuta puntare una pistola alla tempia per riuscirci e lo step e la cyclette mi hanno atteso invano per molto tempo.
Poi una mattina, non so come, ho cominciato. Dopo non se ne può fare a meno. Mezz'ora, doccia, cremina profumata e ti senti una signora.
Inizia con dieci minuti e con una bella musica di sottofondo...chissà:) Grazie per le belle parole.