lunedì 26 gennaio 2009

Quando mi prende il raptus...

Habanera


Delle pulizie eh, mica quello omicida, non vi spaventate.
Per quanto, ogni tanto...
Silente e tranquilla me ne sto per mesi interi senza degnare di un'occhiata le tante (troppe!) cose che andrebbero sistemate.
Il ripostiglio grida vendetta ed io, abilmente, fingo di essere irrimediabilmente sorda.
Il cartaceo arrivato nella posta mi sommerge ed io scopro di avere l'insospettabile dote di resistere anche in apnea.
Qualche giocattolo delle bambine è ormai obsoleto, non più adatto alla loro età (quanto crescono in fretta!), ed io mi dico: ci penserò domani...
E il pc? Inteso come personal computer, non come defunto partito comunista?
Poveretto, anche lui! Sommerso da programmi installati sull'onda di un entusiasmo momentaneo e poi mai più usati. Appesantito da migliaia di immagini che forse un giorno mi verranno buone...
Bistrattato, pasticciato, trascurato, ignorato nelle sue più elementari necessità di essere accudito e trattato con garbo.
Ma oggi, inaspettatamente, è arrivato il suo momento!
Eh sì, oggi mi ha preso il raptus delle pulizie ed ho iniziato a fare i conti proprio con lui.
E' un miracolo che funzioni ancora.
In verità si è impallato un paio di volte ma poi, con il solito spegni e riaccendi, ha ripreso (bontà sua) a funzionare.
Gli ho tolto quasi tutto, tranne lo strettamente necessario, ed ora finalmente va come una lippa. Agile, snello, leggero. Sembra una libellula invece dell'elefante imbizzarrito che era soltanto qualche ora fa.
Ah! Che soddisfazione! Domani... forse domani l'altro... magari tra qualche mese... insomma, prima o poi, affronterò anche il ripostiglio. Promesso!


15 commenti:

Amfortas ha detto...

Beh io se fossi preso dal furore per le pulizie dovrei eliminare me stesso.
Tra l'altro chi, eventualmente, mi raccogliesse, non avrebbe neppure il problema della differenziazione: io sto bene con tutto.
Posso essere di carta e di plastica, di vetro e di gomma.
Più che un uomo un rifiuto, direbbe qualcuno.
(oggi è la giornata dell'autoflagellazione, non fateci caso)

Giulia ha detto...

Pulizia del computer... Sono nelle tue condizioni, ma io non l'ho ancora fatta. Spero che non la faccia, come è già successo, lui in modo autonomo: si rompe di essere così pieno e cancella tutto...
Immagina la mia disperazione, ma continuo a non imparare.
Giulia

Giuliano ha detto...

Spero che almeno un bel backup su dvd l'avrai fatto, prima di cancellare! Io ho tenuto qui centinaia di immagini (anche su carta) e non sapevo perché, poi ho conosciuto Solimano e mi sono servite per davvero...(ogni tanto ne vedete una saltar fuori, magari da un giornale di vent'anni fa).

Giuliano ha detto...

Amfortas, bella quest'idea dell'essere di materiali diversi. Secondo me è da sviluppare.

Solimano ha detto...

Habanera, non mi ricordo chi, un giorno mi ha venduto un concetto: che le cose sgradevoli ma necessarie hanno priorità assoluta, vanno fatte per prime. L'ho comprato perché andavo spesso dal dentista, e dilazionavo gli appuntamenti come data, non solo, all'interno della giornata prendevo gli appuntamenti per fine giornata, alle sette di sera. Quindi presi tre appuntamenti di seguito alle otto del mattino. Funzionava! Perché è vero che trascinarsi dal dentista al mattino presto, con gli occhi ancora semichiusi, è durissima, ma quando uscivo prima delle nove avevo di fronte la giornata libera, mentre prima, per tutto il giorno, mentre lavoravo, mi veniva in mente che a fine giornata mi aspettava il dentista, come ciliegina sulla torta.
Occhio: "attività sgradevoli ma necessarie", non come certuni e soprattutto certune, che vivono ritenendo che solo le cose sgradevoli sono attività degne di loro, e se le cercano anche quando non ci sarebbe nessuna necessità.
Si sentono a posto solo se soffrono, qui in Brianza è una cronica epidemia.

saludos y besos
Solimano
P.S. Per quanto riguarda il mio PC, attualmente è un campo di battaglia, ma la colpa non è mia, è del blog del cinema e delle carrettate di immagini che richiede.

Roby ha detto...

"Non rimandare a domani quel che potresti fare oggi" è uno dei primi proverbi che ho imparato da piccola. Ma -prontamente- l'ho rovesciato a mio uso e consumo in "Non fare oggi quel che potresti rimandare a domani". E -ahimè- continuo scrupolosamente a seguire quest'ultimo dettame...

...comunque BRAVA HABANERA, e una standing ovation anche per il coraggioso Solimano alle prese col suo dentista!

Suggestiva, indubbiamente, la definizione di Amfortas come "riassunto" della raccolta differenziata. L'ideale per chi, come me, ha pochissimo spazio in casa per predisporre una mezza dozzina di pattumiere!

Roby

Habanera ha detto...

Paolo, lascia decidere a noi se dobbiamo gettarti nella plastica, nella carta, nel vetro o nella gomma.
Come rifiuto sei piuttosto comodo, non dobbiamo neanche sforzaci di fare la raccolta differenziata visto che stai bene con tutto.
Ma finchè sciverai con tanta verve, e tanta autoironia, io non ti getterò da nessuna parte e continuerò a leggerti con immenso piacere.
H.

Arfasatto ha detto...

Le pulizie, le grandi pulizie intendo, si fanno in primavera; per adesso, quindi, possono aspettare. E continuerò a vivere sommersa dai vestiti sparsi per tutta la casa e libri e quaderni ovunque, dal letto alla cucina al bagno.
Quanto al PC, ne ho uno portatile da soli pochi mesi ed è già pienissimo: foto, miliardi di files e cartelle inutili, programmi che ho scaricato e mai usato. Insomma, urge pulizia completa. Chissà se qualcuno, magari tu stessa Habanera, mi dice come fare...un programma apposito? Immagino che non si debbano usare scopa e straccio, vero?

Habanera ha detto...

Giulia, pensaci bene prima di intraprendere un'azione scellerata come la mia.
Oggi, dopo il grande repulisti, ho problemi con tutto, perfino con la posta elettronica che ancora mi funziona a singhiozzo.
E' incredibile... tocchi una cosa e se ne spostano mille altre che apparentemente non c'entrano per niente.
Ma mica mi arrendo, sai?
Per quanto acciaccata e dolorante trovo sempre il modo di rimettermi in contatto con voi.
H.

Silvia ha detto...

Io non cancello per timore di perdere delle cose e per pigrizia. Per cui ogni volta che accendo si devono installare milioni di cose, programmi che non uso mai. Nella mia vita ho avuto alcuni "esperti" del fai da te, del ci penso io, del non ti preoccupare che so, che ogni volta mi hanno perso tutto senza fare nemmno una copia. Da tempo gestisco io le mie cose e non ci faccio mettere mano da nessuno. Sarà un bordello, ma c'è tutto e trovo tutto. Ogni tanto controllo che le cose principali siano in oridne ma lascio tutto così com'è e periodicamente faccio un cd di copia.
Il ripostiglio? Non ce l'ho, infatti tutto è sparso per tutta la casa:) Non sia mai che possa sembrare un ambiente non vissuto.
Le case troppo in ordine, lo dico sinceramente, mi fanno venire l'ansia.

Habanera ha detto...

Ieri avevo iniziato a rispondere ai vostri commenti su questo post ma già dormivo in piedi.
Dopo aver risposto ad Amfortas e a Giulia (i primi in ordine di apparizione) ho alzato bandiera bianca e sono andata a dormire.
Nel frattempo molte altre cose sono state scritte, tutte da leggere con interesse ed attenzione, e ormai del mio raptus quasi non mi ricordavo più.
Ci torno adesso per salutare e ringraziare anche Giuliano, Solimano, Roby, Arfasatto e Silvia.
Nel frattempo mi è venuta una curiosità e ho deciso di fare un piccolo test: quanti di voi verranno ancora a leggere qui per vedere se c'è stata una risposta da parte mia?
Mi serve per capire come funzionano certi meccanismi all'interno di un blog a tante voci (e tanti post) come questo.
Da questo momento siete iscritti a parlare.

Vi ascolto. ;-)
H.

Roby ha detto...

Cara Haba, io (a parte il fatto che mi arrivano per e-mail tutti i commenti fatti via via ai vari post dei "miei" vari blog) torno comunque spesso a gironzolare per i "post più vecchi", perchè mi piace leggere e rileggere certi brani che mi sono particolarmente piaciuti (o che non mi hanno convinto, per vedere se -passato un po' di tempo- ho cambiato idea sull'argomento).
Insomma, a rischio di passare per paranoica, io vado su e giù per il web come -appunto- una ragnetta che percorre più volte in lungo e in largo la sua ragnatela, ripassando spesso sui fili della stessa trama...

Tutto ciò potrà servire per il tuo test?

[;-P]

Buonanotteeeee!!!!!!!

Roby

Arfasatto ha detto...

Idem per me: come Roby, anche io ricevo per email le varie risposte e quindi leggo sempre. In verità leggo anche i commenti ai post in cui non intervengo, in genere mi interessano tutti. In questo caso, poi, speravo in un chiarimento sul "come ripulire il sistema senza rischi", ma niente eh eh.
'notte
E

Habanera ha detto...

E no, ragazze mie!
Se ricevete i commenti per e-mail siete automaticamente fuori dal test.

Roby, mi piace il tuo ragnettare tra i vari post e nei vari blog.
Ragnetto anch'io, e difficilmente mi sfugge qualcosa, ma lascio pochi commenti in giro.
Lo so e chiedo scusa a tutti.
Ma Habanera c'è, anche se non si vede.

Elena, non ho usato programmi particolari per ripulire il pc.
Solo olio di gomito e rimozione manuale di tutto quello che mi sembrava superfluo.
Scopa e straccio, proprio così, nel senso più comune del termine.

Vi abbraccio
H.

Giuliano ha detto...

Io leggo sempre tutto, mi piace anche ravanare tra i post di qualche tempo fa, lo faccio anche per "Stile Libero" che ho conservato anche se, purtroppo, adesso è definitivamente scomparso. E mi dispiace di aver perso le vostre discussioni sul blog dell'Ulivo, prima di conoscervi.