domenica 7 dicembre 2008

Ritratti di signore

Solimano

Un po' di propaganda, per cominciare. Oggi il contatore di Abbracci e pop corn raggiungerà le 500.000 Pagine Viste e dopodomani raggiungerà le 200.000 Visite. Credo che la differenza fra Pagine Viste e Visite sia nota a tutti, se qualcuno ha dei dubbi ne discutiamo nei commenti. Il contatore ha cominciato a funzionare il 15 maggio 2007, quindi sono numeri raggiunti in un anno e mezzo. Siamo contenti, ma l'impegno è gravoso, probabilmente avremmo rallentato se i numeri non fossero stati così alti: la fatica la accetti di più se ne vedi il ritorno.
Il mio ragionamento è semplice: supponiamo che anche solo il 10% delle Pagine Viste siano state gradevoli o utili per i visitatori, beh, riuscire cinquantamila volte in un anno e mezzo a fare qualcosa di gradevole ed utile non è male, in una situazione in cui spesso si ha a che fare con cose sgradevoli o inutili.
Finita la propaganda, racconto l'ultima trovata, perché a qualcuno può interessare come suggerimento per noi. Si tratta della vista logica Ritratti di signore, di cui ho pubblicato ieri il secondo post, dedicato a Lea Massari, mentre il primo l'ho dedicato a Maureen O'Hara. Sono post che richiedono molto tempo per la preparazione: ho fatto un piccolo conto, e mi ci vogliono più di quattro ore per ognuno di questi post. Per diversi motivi, ma soprattutto perché occorre stabilire un raccordo stretto fra le molte immagini (quasi venti per post) e il testo. Ho già in mente i due prossimi Ritratti di signore, ma non li dico neppure sotto tortura (non li sa neppure Giuliano!). Mi piacerebbe che ci fossero dei suggerimenti da parte vostra, il Ritratto non è generico, è focalizzato su un singolo film (Notre Dame de Paris per Maureen O'Hara e L'avventura per Lea Massari). Sono ammesse tutte le età delle Signore (che comunque hanno sempre ventinove anni...), non è che usciranno tutti i post di attrici fra i venti e i trent'anni. Sto pensando ad una di cinque anni e ad una di cinquant'anni (come età in cui fecero quel preciso film). Ascolterò i suggerimenti, salvo che ci siano problemi insormontabili per le immagini, che costituiscono il punto più delicato.
E i Ritratti di Signori? In tutta sincerità non mi sento molto portato, al massimo posso farne due: Sean Connery e George Clooney, ma è un'opportunità che Roby non si lascerà sfuggire. Magari anche Annarita e Giulia, why not?

P.S. Nelle immagini c'è Lea Massari, a destra nel film Resurrezione, qui sotto nel film La corsa della lepre attraverso i campi.


15 commenti:

Dario D'Angelo ha detto...

Ne approfitto subito :-)
Catherine Spaak in La voglia matta

Arfasatto ha detto...

Bette Davis in Eva conto Eva.
Per i "ritratti di signori" ci sarebbe Trintignant La terrazza, oppure in Colpire al cuore, tanto per rimanere in Italia. Ma potrebbero essere molto interessanti Alan Bates in Messaggero d'amore e Dirk Bogarde in Il servo, che ne dici. Straordinari, ma il suggeriemnto sarà per Roby Annarita ecc

Giuliano ha detto...

Il problema è trovare i dvd.
Per esempio, la Spaak nella "Matriarca", o Spaak e Cardinale in "Certo certissimo anzi probabile"...

Ma un bel "ritratto di signore" con Jacques Tati lo farei volentieri anch'io.

Silvia ha detto...

La Magnani in Bellissima o la Masina in La strada. Li conoscono tutti lo so, se n'è parlato centinaia di volte, ma io, ogni volta rimango incantata. Due fuoriclasse. Grazie Solimano:)

giulia ha detto...

A me viene in mente Liv Ullmann, ma non il film... Giulia

Solimano ha detto...

Dico come la vedo, con decisione e cautela, perché stiamo affrontando l'hic sunt leones e ci muoviamo in partibus infidelium. Ci pensavo da più di tre mesi, alla vista logica Ritratti di signore, ed ho molto esitato prima di partire, c'erano tanti perché e percome.
Faccio due esempi per chiarire le modalità possibili.
Dario suggerisce Catherine Spaak ne La voglia matta? Mi ci prosterno davanti a mo' di tappetino, condivido assolutamente, e forse trovo il modo di trovare venti buone immagini di Catherine Spaak disposte in senso cronologico nel film. Le spedisco a Dario o gliele metto in una sua bozza, quelchelé, e lui ci racconta cosa combina il personaggio della Catherine Spaak. Lo racconta a suo modo, ma senza fare (perché lo so com'è Dario) né il guardone voyeristico né il cinefilo superbioso.
Idem per la Bette Davis di Eva contro Eva suggerita da Elena, e idem per i Ritratti di signori, con Alan Bates in Messaggero d'amore di Losey: procuro io le immagini, che altrimenti diventate matti, e voi raccontate sulle immagini cronologiche.
Senza fretta, senza pressioni, in permeabilità ed osmosi ragionata dei blog, link e controlink, ma può venire bene, un gioco a somma positiva che mi attizza molto.
Ad esempio, Giulia ha ragione con Liv Ulmmann, posso fare io (dicendo io intendo Solimano, ma anche Giuliano e Roby) il procacciatore di immagini e fornire a Giulia i nomi dei film di Bergman in cui Liv Ulmann compare.
Idem per Silvia con Masina-Gelsomina, mentre per Bellissima aspetto quel che dice Roby, che ha già fatto il post sul film. L'importante è evitare la genericità e stare sulla concretezza del fermo-immagine non usuale: si tratta solo di ascoltare quello che dice il fermo-immagine. Discorso apparentemente intorcinato ma ci si può arrivare tutti. E' una bella palla per ognuno di noi, sulla base di due prerequisiti di cui siamo convinti: il minimo di regolette, solo quelle veramente indispensabili, e che ognuno se la giochi mantenendosi al di sopra di un decoroso livello di qualità. La molla è l'insostituibile esperienza personale col film, diversa per ognuno di noi.
Vedremo, intanto grazie a tutti e capite certamente che non è il bisogno e neppure l'opportunità, che mi spinge, ma il piacere. E' molto meglio che ci siano diversi pittori di Ritratti ognuno con il suo modo, perché, detto fra noi, che non lo sappia nessuno, se i Ritratti li facesse solo Solimano, sai la noia, a un certo punto (per lo stesso Solimano eh... eh...).

saludos
Solimano
P.S. Roby ed io siamo gemelli, lo sapete tutti, perché nati entrambi il 3 aprile. Ma nostra gemella è anche Catherine Spaak... e nostro gemello è anche Marlon Brando, che un bel Ritratto se lo meriterebbe, ma è meglio che lo scriva un femmina, non un maschio, sennò finisce a pietrate con 'sto rompiglione genialissimo di Marlon.

Arfasatto ha detto...

Ma dai, Solimano, sei gemello di Marlon Brando? E allora fatti vedere!
Per Alan Bates in Messaggero d'amore ho qualche spunto: è un film che ho amato ed amo ancora moltissimo, come tutto Losey, purtroppo dimenticato.

Giuliano ha detto...

Cara Elena, non so come fosse Solimano a vent'anni (io non c'ero e se c'ero dormivo), però oggi - per sua fortuna - non è assolutamente il gemello di Marlon Brando alla sua età, non gli somiglia neanche un po'.
(fortuna ma anche merito, suppongo: sono io, piuttosto, che devo stare attento alla panza, specialmente a dicembre che sulle piante maturano i panettoni)

Giuliano ha detto...

A proposito, è vero: ogni tanto Dario scrive di quelle cose, ma di quelle cose. (peffottuna, in catanese strettissimo).

Dario D'Angelo ha detto...

:-)Per me va bene... e cercherò di rispettare le complicate consegne :-)

Silvia ha detto...

Volentierissimo Solimano. Allora se non ti dispiace io preferirei la Masina-Gelsomina. Adorabile.

Dunque Solimano, io ti stimo moltissimo e mi fido ciecamente di ciò che dici. Ora, se affermi che sei gemello di Roby, va bene, mi fa piacere saperlo e vi farò gli auguri il 3 aprile e via andare. Ma, se affermi di essere anche GEMELLO DI MARLON BRANDO, dimmi almeno se eravate gemelli monozigoti. Giuro che verrei in religioso silenzio ad ammirarti fuori dalla finestra. Stai parlando di un mostro sacro Solimano. Mi comprendi vero?

Roby ha detto...

Solimano, attento a parlare di "why not" di questi tempi...

..il ritratto di Sean mi attira, inutile dirlo: ma devo per forza scegliere un solo film???

Suggerimento per i Ritratti di signora: Ingrid Bergman (il film dillo tu!)

Roby

PS: alle lettrici che non conoscono di persona Solimano: a parte che la gemellanza con Marlon è un fatto puramente astrale, Solimano E' Solimano... e questo lo rende unico! Vi pare poco?

[:->>>]

Roby

Solimano ha detto...

Ho risolto il problema delle immagini per La voglia matta e per La strada, e le tengo a disposizione di Dario e di Silvia. Le miniere le ho trovate in Giappone e in Germania...
La soluzione più semplice sarebbe che Dario e Silvia aprissero i post qui in bacheca; io ci metterei dentro le immagini fra cui loro scelgono quelle che gli interessano per il Ritratto di Catherine Spaak e di Giulietta Masina. In questo modo, sulla bozza ci possiamo mettere le mani in due, e se c'è qualche problema, gli faccio vedere sulla loro stessa bozza come si fa in Blogger. Oppure, posso mandare in allegato le immagini a loro via email, come credono, perché è loro diritto di scegliere dove fare la prima publicazione, nel loro blog o in Stanze all'aria. Tanto, alla fine, avidamente porterò i Ritratti anche in Abbracci e pop corn, naturalmente con i link, come faccio in questi casi. E quindi, i ritratti di Giulietta Masina e di Catherine Spaak sono sistemati, con tutto il tempo che vogliono per scrivere i testi, non c'è nessuna fretta.
Per Messaggero d'amore, ci vorrà più tempo, perché in rete ho trovato poco, però ho il DVD, quindi il Ritratto del Signor Alan Bates sarà sistemato anche lui, ed Elena l'astuzia della bozza comune la conosce già.
Riguardo il discorso che fa Roby, io, come esperienza, sono favorevole a focalizzare il Ritratto su un solo film, perché mischiare più film rende il discorso generico, mentre è bello se c'è la simbiosi concreta attore/personaggio/film. Ad esempio, Ingrid Bergman. Si può fare un Ritratto su Notorious e anche un Ritratto su un altro suo film, l'unica soglia critica è quella di avere una ventina di immagini buone. La rete è piena di assemblaggi di foto di attrici e di attori, basta trovare la miniera giusta di immagini (cosa non sempre facile), ma il nesso attrice/personaggio/film è molto più attraente... e difficile da imitare! Per me, questo discorso dei Ritratti di Signore e Ritratti di Signori, da solo, giustificherebbe l'esistenza di un blog a buone visite. Ma va fatto bene e con il tempo necessario, a svaccare c'è sempre tempo.
Questa possibilità è a disposizione non solo di Dario, Silvia ed Elena, ma di tutti i guest, previo il vedere se ci sono problemi con le immagini oppure no.

grazie e saludos
Solimano

Arfasatto ha detto...

Solimano, anche a me sembra più intrigante l'idea di focalizzare il ritratto di signora/signore su un solo film. Anche se il lavoro è più difficile, ma se ci sono attori di rango, con forte personalità, che caratterizzano in modo forte un personaggio, può venire fuori qualcosa di buono. Io, come sempre, avevo proposto Trinti: potrebbe essere adatto Un uomo e una donna, come pure Il sorpasso. Beh, a parer mio Trintignant è non solo bello, ma anche un bravissimo attore.
Messaggero d'amore ce l'ho anche io, e mi piacerebbe sapere come fai a prendere le immagini...
'notte

Silvia ha detto...

Grazie Solimano. Giuro che appena avrò dieci minuti sani di tempo, farò le cose per bene. Non mi sono dimenticata:)