domenica 31 gennaio 2010

Globbbalizzazione

ac

Sono, siamo, in dolce attesa
del nostro quarto nipote.
non ho usato la formula del/della
perché sappiamo – da ieri -
trattarsi di un maschietto.

mio figlio, il futuro padre,
mi ha spedito ieri dalla Romania,
dove si trova per lavoro,
una ecografia, dalla quale si evince
una impressionante somiglianza
con il sottoscritto nonno felice.





una sorta di pudore scaramantico
mi trattiene dal pubblicarla qui,
altrimenti potreste verificare di persona
la verità di quanto affermo.

la futura mamma, polacca di Polonia,
ma di origini armene,
si appresta al ricongiungimento,
ma tra visite di controllo,
parto, nuove destinazioni lavorative,
si parla di Brasile o comunque sud america,
vedo molti aeroporti nel loro futuro.








di conseguenza, pure in misura minore, anche nel nostro.
grazie skype, grazie ryanair

14 commenti:

Solimano ha detto...

Alberto, proporrò alle competenti autorità il ritiro del passaporto a te e signora. D'accordo la globbbalizzazione, d'accordo lo stuolo di nipoti, ma alle Conferenze di Novaluna chi provvede? Eh? Voi vi girate il mondo e noi restiamo qui come bachi da seta su una foglia secca.
Non si fa così.
Mettendo per giunta le cartine geografiche nel post, che mi hanno ricordato il Calendario Atlante De Agostini, che non si sapeva dove mettere in libreria vista la forma strana: lungo, stretto eppur masssiccio.
E per l'ennesima volta: mais où sont les neiges d'antan (Silvia direbbe che ieri a Reggio è nevicato, le risponderei che a Parma sicuramente no, quello che succede a Reggio non va mai bene).

grazie e saluti, Alberto
Solimano

alberto ha detto...

meno male che ci resta
la carta d'identità ...

mazapegul ha detto...

Sempre dico ai miei ragazzi: il mondo e' fatto per quelli che hanno la valigia pronta di fianco al letto.
Auguri e complimenti, a tutta la conferenza internazionale che partecipa dell'evento lietissimo,
Maz

Silvia ha detto...

Congratulazioni anche da parte mia. E sono certa che la somiglianza è assoluta, le eco non mentono mai, come gli Alberti:)
W skype. Da quando ho due cari amici trasferitisi in Messico, è l'unico modo per comunicare senza svenarci.
L'atlante De Agostini ce l'ho ancora anche se un poco distrutto. Non me ne separerei mai, e su quello che ho cominciato a viaggiare. Solo con la fantasia purtroppo.
Avrete sentito sicuramente la notizia che vogliono proprorre Internet al nobel per la pace. E che hanno già distribuito centinaia di pc alimentati a manovella, ai bambini africani. Saranno loro ad insegnare a leggere e scrivere ai genitori.

Solimano ha detto...

Tutto bene, come no: la valigia a fianco al letto di Màz, il Nobel per la pace ad internet di Silvia, persino la carta d'identità al posto del passaporto... e skype... e il Calendario Atlante De Agostini... ma... ma... se penso a quel bimbo che somiglierà ad Alberto...
Speriamo non troppo, ecco.

saluti
Solimano

zena ha detto...

Che bello un bambino alla finestra del mondo:)

alberto ha detto...

grazie a Maz, per gli auguri e i complimenti;

grazie a Silvia, che tutto ricorda,
malgrado le sue debolezze
per gli atlanti del tempo che fu,
di un medioevo pre-gelmini e pre-googlemaps;

grazie a Zena per il benvenuto al nuovo piccolino;

in mezzo a tutti questi complimenti
mi stavo quasi montando la testa;

grazie al cielo il perverso sultano
con la sua mascalzonata sulla somiglianza
mi ha rimesso coi piedi per terra

saluti a tutti
a

ottavio ha detto...

Bello questo bimbo che nasce con il mondo intero come orizzonte!
Magari verrà in Italia, in questa Italia ahimé, solo in vacanza o per visitare i nonni, beato lui!

Alberto, grazie per le cartine (a me la geografia a scuola piaceva molto). Temo che con questo andazzo finiremo per trovarle solo al mercatino di via Bergamo.

Saluti
Ottavio

Solimano ha detto...

Anche a me, Ottavio, piaceva la geografia, e il Calendario Atlante De Agostini lo compravo tutti gli anni, non una volta sola.
Via Bergamo... è troppo tempo che non ci torno; ho fatto dei buoni colpi, in via Bergamo, come l'aquisto ad ottimo prezzo di numeri intonsi della rivista FMR o delle vecchie e gradevoli guide del Touring Club, quelle grandi con la copertina azzurra.
Riguardo il contenzioso che ho in corso con l'indocile Architetto Alberto, non ci sono santi, finirà con un duello dietro al Convento dei Cappuccini. Abbiamo già scelto le armi: torte in faccia! Di tre tipi diversi:
a)margherita
b)sbrisolona
c)meringa
Alberto, ti supplico, tirami la sbrisolona, quella che mi piace di più!

saluti
Solimano

Silvia ha detto...

Medioevo...adesso non esageriamo Alberto. Praticamente ieri, voltato l'angolo, suvvia.

Anche la meringa però, ha il suo bel quel:)

Giulia ha detto...

Benvenuto a questo tuo nipote che, se assomiglia a te, sarà una bella persona di sicuro. E mi piace che sia un bambino che già viaggi e conosca il mondo.

Gauss ha detto...

Alberto e Solimano, se non pretendete che le armi, cioè le torte, le si debba portare noi, Ottavio e io ci presteremo a fare da secondi, un po' per amicizia e un po' per assicurare la regolarità dello scontro. Voi due sareste anche capaci, giusto prima di incrociare i vassoi, di accordarvi per uno scontro al primo schizzo di crema pasticcera, stavo per dire al primo sangue, e col pretesto di un posto dove medicare le ferite (insomma ripulire i paltò dalle patacche), ritirarvi nel trani più vicino a lubrificare le armi rimaste intatte con una caraffa di buon vinello dolce.
Ah, dimenticavo, i secondi sono tenuti ad assistere i duellanti anche dopo la fine del duello.

Gauss

Clarius ha detto...

Augurissimi per il nipotino nuovo di zecca!

Un piccolo viaggiatore fin dal pancione, non potrà essere altro che un tipo sveglio!

Ciao a tutti

Barbara

Solimano ha detto...

Ehilà Barbara!. Guardando il link ho pensato che fosse Claudio... e invece sei tu.
Ci sentiremo, o qui o in AEP.
Qui a Monza oggi sta venendo giù una bellissima neve. Domani la pagheremo col traffico, col gelo etc etc, ma oggi, potendo guardarla stando in casa mia da una delle porte-finestre dei terrazzi, è una meraviglia.

saluti a tutti voi
Solimano