martedì 11 novembre 2008

Colloquiare al parco...

Giulia

Le ho incontrate mentre stavo facendo una passeggiata in un parco. Erano lì sedute e parlavano fra di loro sempre guardandosi negli occhi, senza mai sovrapporre la propria voce a quella dell'altra. Intervallavano pause di silenzio, forse perché le parole di ognuna potessero trovar spazio nella propria mente.

Poi il discorso continuava e intanto si massaggiavano il piede, un massaggio fatto anch’esso in modo lento e leggero.

Mi sono detta quanto era diverso il nostro modo di colloquiare. Oppure noi non lo sappiamo più fare?

5 commenti:

Barbara ha detto...

Sarebbe bello riappropriarsi di certi ritmi, ma la vedo dura.

Roby ha detto...

Forme di cultura diverse, dove il tempo ha un altro significato e un altra unità di misura.
La vedo dura anch'io, come Barbara. Ma -come Giulia- sarei rimasta anch'io incantata a guardarle.

Baciotti

Roby

Giuliano ha detto...

Da noi ci sono sempre stati problemi, con i piedi. Nei paesi orientali sono abituati a lasciare le scarpe fuori casa, per esempio.

Solimano ha detto...

I piedi sono importanti, anche le scarpe, che c'è il momento della giornata in cui te le togli ed è un momento di felicità assoluta.
Quando da Golem mi dissero che volevano fare un numero monografico su piedi e scarpe, per un momento pensai: "E mo', che je dico?". E inveci scrissi una roba che non la finivo più di scrivere è che adesso ho messo anche sul Nonblog di Habanera, il titolo è "Armi pari".
Quando mi stancherò di andare alla ricerca dell'arte perduta, potrei scrivere qualcosa sul tema: "Piedi ed erotismo", ma il meglio è nell'Estremo Oriente. Le due donne di cui dice Giulia fanno benissimo a massaggiarsi i piedi, chi ha avuto l'esperienza dei calli e dei geloni sa che i piedi, se maltrattati, sanno farsi ascoltare.

grazie Giulia e saludos
Solimano

giulia ha detto...

Lo so Barbara e Roby che è dura recuperare certi ritmi, ma credo che alemno il problema dovremmo porcelo seriamente. E' una cultura diversa, ma non anche nel mondo occidentale ci si fermava a parlare tranquilli... Se non lo si fa più, forse è bene pensarci.
Giuliano e Solimano, mi ha colpito questo massaggiarsi i piedi, ma poi l'ho trovata anche questa una cosa così saggia. Hai ragione a dire che se i piedi non si acoltano, te la fanno poi pagare...
Saluti a tutti e grazie, Giulia